Ultim'ora
foto di repertorio

Pietramelara – Spaccio di droga, quattro sotto processo: imputato è malato. Tutto rinviato

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Pietramelara – Nulla di fatto all’udienza del processo a carico di quattro imputati, accusati di far parte di un gruppo dedito allo spaccio di sostanze stupefacenti. Uno dei quattro imputati ha presentato un certificato medico. Il giudice ha rinviato tutto di cerca un mese. Hanno scelto il rito abbreviato le quattro persone coinvolte in una inchiesta attuata contro il fenomeno dello spaccio di droga. Una formula che in caso di condanna consentirà agli imputati di ottenere uno sconto sulla pena. Tre degli imputati sono della stessa famiglia: Armando Spada, Rita Franzese e Cristian Spada. Il quarto imputato è Ugo Tabacchino. L’udienza del processo è prevista fra pochi giorni, innanzi  al giudice per l’udienza preliminare Grammatica. Gli imputati sono assistiti dagli avvocati Ignazio Maiorano e Ciro Balbo.
Per Rita Franzese e Armando Spada c’è stata già una richiesta di una pesantissima condanna per un processo incardinato al Tribunale di Napoli Nord, per fatti analoghi. (leggi la richiesta di condanna contro Franzese e Spada)   
I quattro, insieme ad altri, vennero arrestati qualche mese fa,  su ordine del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere. Nelle stessa azione è stato inoltre disposto a carico di tre indagati, il sequestro preventivo, diretto o per equivalente, per un valore complessivo pari ad € 26.450,00, trattandosi dei profitti delle attività di spaccio accertate.  Il provvedimento restrittivo costituisce l’epilogo di una complessa indagine diretta da questa Procura e condotta dai militari dei Comandi Stazione Carabinieri di Pietramelara  e Sparanise (CE), iniziata nel gennaio 2018 e conclusa nel mese di settembre dello stesso anno, investigazione svolta mediante numerosi servizi di osservazione, controllo e pedinamento, anche connessa ad attività d’intercettazione telefonica e ambientale, il tutto operato contestualmente al monitoraggio dei luoghi d’interesse, mediante l’installazione di telecamere ove avvenivano le cessione dello stupefacente. Nel corso delle indagini sono stati inoltre segnalati alla Prefettura di Caserta diversi acquirenti/assuntori dello stupefacente (persone talora reiteratamente dedite all’acquisto di sostanza destinata ad uso personale), procedendosi al sequestro di svariate dosi di cocaina, marijuana ed hashish.

Leggi anche:

Pietramelara – Spaccio di droga, marito e moglie rischiano 12 anni di carcere

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Capua – Maltrattamenti in famiglia, 2 arresti in 3 giorni: il brutto record di Tarallo

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Capua –  Nuove accuse a carico di Nicola Tarallo, per fatti avvenuti alcuni mesi fa …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.