Ultim'ora
foto di repertorio

Teano / Vairano Patenora – Lei si rifiuta di salire in auto, lui la trascina per i capelli. Nell’indifferenza dei testimoni

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Teano / Vairano Patenora – L’episodio accaduto alcune sere fa nei pressi di uno dei tanti locali della frazione Scalo è sconcertante, principalmente, per due aspetti: la violenza di un giovane contro una sua coetanea (probabilmente la sua fidanzata), e l’indifferenza mostrata dai testimoni. Infatti nessuno sarebbe intervenuto per difendere la ragazza. Tutto sarebbe iniziato nel locale dove i due, entrambi di Teano (come assicurano alcuni testimoni), stavano da alcuni minuti per consumare un aperitivo. Improvvisamente avrebbero iniziato a discutere con toni sempre più accesi. Sarebbero poi usciti all’esterno della struttura dove la discussione sarebbe diventata ancora più forte con la ragazza costretta a subire spintoni e qualche schiaffo. Il ragazzo, a voce alta, avrebbe ordinato alla donna di entrare in auto. Un ordine ripetuto più volte. Lei si sarebbe rifiutata. Lui non avrebbe esitato a prenderla per i capelli, spingendola nell’abitacolo. Immobili alcuni testimoni che non avrebbero mosso un dito. Nessuno ha ritenuto giusto difendere quella ragazza in difficoltà.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati . Riproduzione vietata dei contenuti salvo diversa autorizzazione della redazione. Le pubblicità sotto forma di banner sono sponsorizzate.

Guarda anche

Alife / San Potito Sannitico – Spaccio di droga, tutti davanti al giudice

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Alife / San Potito Sannitico – Questa mattina le 5 persone arrestate ieri nell’ambito di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.