Ultim'ora
Foto di repertorio

TEANO – Impianto rifiuti in località Palmieri, maggioranza imprerata sulla questione: le dure contestazioni di Di Benedetto

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

TEANO – Presto potrebbe nascere un nuovo impianto dei rifiuti in località Palmieri, nella struttura che un tempo lavorava ed esportava frutta in tutta Europa. L’azienda – Campania Energia – ha presentato un progetto di ampliamento dell’impianto. Durante il consiglio comunale di ieri sera la minoranza guidata da Nicola Di Benedetto, ha fatto emergere una serie di ombre sull’intera vicenda. Fra esse l’assenza di una adeguata preparazione dei consiglieri di maggioranza sul progetto e della mancata pubblicazione all’albo degli atti previsti.
Come mai? Mera dimenticanza? Tutto architetta ad arte?
E’ il consigliere Di Benedetto a spiegare le ragioni che hanno mosso la propria azione in consiglio comunale. “Abbiamo contestato per la delibera dell’impianto di Campania Energia:
1. la mancata pubblicazione all’Albo Pretorio del Comune dell’indizione della conferenza dei servizi che ha di fatto impedito alle associazioni e ai comitati di poter partecipare e visionare gli atti, così come invece è stato fatto per la questione GESIA;
2. la mancata partecipazione del Comune (Sindaco e Responsabili) alla prima seduta della conferenza dei servizi a cui è stato inviata una nota con un parere negativo scritto all’ultimo momento;
3. l’impossibilità di poter visionare il progetto proposto dalla ditta perché non acquisito dal Comune. Gli stessi Amministratori non erano a conoscenza di cosa prevedesse il progetto;
4. la delibera proposta solo ieri sera all’attenzione del Consiglio Comunale doveva essere fatta molto tempo prima e doveva precedere la redazione e l’invio del parere comunale, visto che la legge regionale prevede che il diniego del Comune all’impianto debba essere espresso con motivata delibera di Consiglio comunale;
5. gli svariati errori e la superficialità con cui sono stati redatti i provvedimenti comunali;
6. il mancato approfondimento giuridico della questione che è molto atipica visto che l’impianto è presente sul territorio teanese sin dal 2009 e che ci sono altri due contenziosi con la ditta esercente;
7. la mancanza totale di qualsiasi informazione e di qualsiasi coinvolgimento della popolazione;
8. la mancanza di attenzione alla vicenda, visto che nessun Amministratore ha ieri sera dimostrato di essere informato della questione;
9. la totale inerzia degli uffici competenti, che pur riconoscendo l’abusivismo urbanistico ed edilizio dell’impianto (che è in funzione) non attivano la vigilanza di loro totale competenza e non adottano i provvedimenti che dovrebbero;
10. la superficialità con cui è stata redatta la delibera zeppa di errori e di omissioni.
Abbiamo confermato la nostra contrarietà all’impianto votando comunque la delibera per evitare speculazioni e danni, ma abbiamo invitato l’amministrazione a correggere la rotta, a fare meno proclami inutili, a prendere a cuore la questione e a vigilare quotidianamente”.

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Teano – Versano, acquedotto colabrodo. Da 6 giorni nessuno interviene

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Teano – Da circa una settimana una perdita nella condotta della rete idrica comunale riversa …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.