Ultim'ora

Isernia / Venafro – Carabinieri Forestali in azione: contrasto al pascolo abusivo, alla gestione illecita dei rifiuti e al commercio illegale di legname e derivati

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Isernia / Venafro – I Carabinieri Forestali, durante i servizi di controllo del territorio per la tutela paesaggistica e la salvaguardia dell’ecosistema, hanno proceduto a una serie di controlli e verifiche a carico di aziende attive in alcuni comuni limitrofi alla Provincia Pentra. Nello specifico, i Carabinieri Forestali hanno posto in essere controlli di polizia veterinaria per le mancate autorizzazioni sanitaria e della “fida” al pascolo; verifiche per la gestione illecita dei rifiuti speciali (materiali ferrosi), in quanto, per il trasporto di tali materiali, mancava la compilazione del formulario di identificazione dei rifiuti F.I.R.; infine, i Militari Forestali hanno controllato il settore del commercio di legname e prodotti derivati (pellet), accertando che era stato introdotto sul mercato UE una partita di legname di circa 30.000 kg. di provenienza illecita e non tracciata. Per le violazioni amministrative accertate, i Forestali hanno elevato, complessivamente, sanzioni pecuniarie per un importo pari ad euro 6000 circa. Il monitoraggio dell’ambiente da parte dei Carabinieri Forestali è costante, per garantire la salubrità dei terreni, delle acque e dell’aria che respiriamo.

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Vairano Patenora – Malore improvviso, muore coordinatore Lupi del Vairo

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Vairano Patenora – E’ stato stroncato, circa una ora fa, da un malore improvviso – …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.