Ultim'ora

BELLONA – Violenza sessuale contro una minorenne, tutti assolti. Anche il custode del cimitero

Bellona. A distanza di diversi anni dai fatti contestati si è concluso ieri il processo che vedeva alla sbarra il custode del cimitero di Bellona e di altri imputati: un calzolaio: un operatore dei trasporti funebri sempre del cimitero e di un vicino di casa della vittima  accusati di violenza sessuale ai danni di una giovane la quale all’epoca dei fatti  era minorenne. I giudici del tribunale di Santa Maria Capua Vetere -sezione presieduta dalla dottoressa Maria Francica- hanno assolto Luigi Mercogliano per il quale il pm aveva chiesto una pena di otto anni di reclusione: assolto anche Giovanni Buono il custode del cimitero per il quale la pubblica accusa aveva invocato dieci anni di carcere: assolto   Antimo Caruso per il quale erano stati chiesti quattro anni e mezzo e assolto anche Vincenzo Plumetallo per il quale erano stati chiesti quattro anni di carcere. Per la difesa hanno discusso gli avvocati Giuseppe Romano: Pietro Romano: Alessandro Di Nardo e Vincenzo Montanino.  L’inchiesta nacque a seguito della “fuitina” organizzata da Mercogliano con una ragazza di meno di 14 anni sempre di Bellona. Mercogliano venne individuato e arrestato dopo la denuncia da parte dei genitori della ragazzina A. M.. A seguito poi delle dichiarazioni della parte offesa vennero coinvolti nelle indagini anche gli altri inquisiti poiché la ragazza disse di essersi congiunta carnalmente anche con il custode del camposanto. Gli incontri tra il custode e la giovane sarebbero avvenuti nella sala mortuaria: Caruso invece sarebbe stato un altro che si sarebbe accoppiato con la ragazzina che conosceva poiché era una sua vicina di casa. Plumetallo invece si sarebbe accoppiato con la vittima sopra la tomba della sua consorte defunta sempre all’interno del cimitero. Fatti che sono emersi dal dibattimento così come è emerso che la giovane sarebbe stata consenziente ad avere rapporti sessuali con persone mature e all’interno del cimitero.  Maria Giovanna Pellegrino

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.

Guarda anche

Santa Maria Capua Vetere – Ladri d’antichità: obbligo di dimora per due tombaroli

Santa Maria Capua Vetere – I “ladri d’arte” rubano il passato e cancellano il futuro. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.
Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.