Ultim'ora

PIETRAMELARA – Mauriello, i giudice: restano in carcere

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

PIETRAMELARA. I giudici del riesame di napoli hanno confermato il carcere per Giovanni e Leopoldo Mauriello. Stessa sorte anche per gli altri indagati fra cui due dipendenti della stessa ditta. I giudici del riesame hanno respinto la richeista delle difese che ora potranno fare solo ricorso in Cassazione per ottenere la libertà dei propri assistiti.
Gli avvocati Vincenzo Cortellessa e Ignazio Maiorano, infatti, annunciano già la volontò di presentar eil ricorso alla Cassazione perchè ritengono ingiusta la misura applicata a carico dei propri assistiti.
Secondo l’accusa per imporre la vendita dei loro prodotti non esitavano a usare la violenza, ina lcuni casi sono stati intimiditi e picchiati anche alcune ditte rivali che avevano conquistato fette di mercato. Grazie alle indagini condotte dai carabinieri della locale stazione – guidata dal maresciallo Mariano e quella di Vairano Scalo, comandata dal maresciallo palazzo – coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia partenopea hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di 5 indagati – di cui uno affiliato al clan “Papa”, operante nell’agro caleno e direttamente collegato alla consorteria dei “casalesi”- ritenuti responsabili di tentata estorsione in concorso con l’aggravante del metodo mafioso.  In manette sono finiti Giuseppe Cantile, Leopoldo Mauriello, titolare  della  ditta  individuale Mauriello Petroli Group, Giovanni Mauriello, Alfredo Caiamano e Antonio Gliottone.  Alcuni mesi fa un piccolo imprenditore della zona fu aggredito nelle campgane fra Vairano Patenora e Pietramelara. Sei tu il proprietario del gas”?  Poi tante bastonate fino a lasciarlo svenuto al suolo.  Vittima dell’agguato fu un impreditore – Francesco Miele, 25 anni di Pietramelara che venne pestato a sangue da due sconisciuti.

Guarda anche

CALVI RISORTA – Coronavirus, contagiato il vicesindaco

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto CALVI RISORTA (di Nicolina Moretta) – Il vicesindaco di Calvi Risorta, Giuliano Cipro, ha dichiarato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.