Ultim'ora

PIETRAMELARA – Indagini per il delitto Saviano, premiati i carabinieri

pietramelara. Presso il comando provinciale carabinieri di Caserta, ieri mattina, il Comandante della Legione Carabinieri Campania, Generale di Divisione Carmine Adinolfi, in occasione di una sua visita al reparto, il cui comando è affidato al Colonello Giancarlo Scafuri ha inteso premiare, personalmente, con la consegna di encomi, alcuni Ufficiali, Sottufficiali, Appuntati e Carabinieri, in servizio presso i Reparti del Comando Provinciale, particolarmente distintisi nel corso di attività di polizia giudiziaria operate sul territorio che, nella quasi totalità dei casi, hanno portato all’arresto di criminali e alla disarticolazione di agguerriti sodalizi criminosi.  Tutti i 42 militari chiamati a ricevere l’ambito riconoscimento, sia in qualità di comandanti che addetti sono stati ulteriormente gratificati dalle dettagliate motivazioni.
Per la caserma di Pietramelara sono stati premiati il comandante  Pasquale Mariano, Gaspare Rizzo e  Michael Tomao.
“Comandante ed Addetti di Nucleo Investigativo di Comando Provinciale, comandante di Stazione distaccata ed Addetti ad Aliquota Operativa di Compagnia distaccata operanti in territorio caratterizzato da elevato indice di criminalità comune ed organizzata, evidenziando spiccate qualità professionali, non comune spirito investigativo  ed elevato senso del dovere, partecipavano a complessa e delicata indagine a seguito di efferato omicidio a scopo di rapina. L’indagine si concludeva con l’arresto, in collaborazione con organo di polizia ester, del cittadino straniero responsabile del crimine che, dopo il delitto, aveva riparato in patria” .
Queste le motivazioni che hanno condotto alla premiazione dei militari della stazione di Pietramelara, relativamente alla soluzione del caso dell’omicidio di Antonio Saviano.
Poco più di un anno  fa veninva ucciso  Antonio Saviano, Pietramelara non vuole dimenticare quei dramatici fatti di un anno fa e chiede che cose del genere non accadano mai più.  Il romeno Dascalu Florin condannato a 30 annidi carcere. E’ stato quindi riconosciuto colpevole del deliutto dell’anziano. A conclusione di un’articolata indagine, coordinata e diretta dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere e condotta in piena sinergia dal Nucleo Investigativo dei Carabinieri del Comando Provinciale di Caserta, dalla Compagnia CC di Capua e dalla Stazione CC di Pietramelara, in data 24 febbraio 2012 è stata notificata un’ordinanza di custodiacautelare in carcere, nei confronti di Dascalu Petrus Florin.
La vittima era stata sorpresa nel sonno, percossa e legata con un lenzuolo. Tracce di sangue erano state rinvenute in più ambienti, indicative del fatto che l’assassino aveva infierito sulla vittima, colpendolo ripetutamente al volto. Dascalu è srtato condannato in primo grado a 30 anni di carcere. La difesa annuncia appello contro la decisione dei giudici.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.

Informazioni su La redazione

Guarda anche

Sparanise – Spaccio di droga, blitz dei carabinieri in paese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.
Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.