Ultim'ora

SESSA AURUNCA/ BAIA DOMIZIA – i proprietari delle abitazione estive hanno stilato una lista di proposte per la località da proporre all’amministrazione

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Sessa Aurunca / Baia Domizia (di Carmine Di Resta) – A Baia Domizia si vuole cambiare spartito. Sono stati i proprietari di abitazioni che su un blog si sono dati appuntamento per cercare di alimentare il corto circuito denominato”rinascita”. Centinaia le firme raccolte  e tanti i temi affrontati. Si è formata una delegazione capitanata da Attilio Rispoli e Maria Raffaella Scalfati che hanno dato il la ad una iniziativa di tutto rispetto. Si sono riuniti nel risplendente Park Hotel ospitati dal direttore Michele Vitale che fungerà da filtro tra i promotori dell’iniziativa e le amministrazioni comunali di Sessa e Cellole.  Un tavolo di discussione che ha espresso tante problematiche che approderanno sui tavoli dei sindaci Sasso e Compasso. E’ stato stilato un documento sottoscritto da una miriade di proprietari che sarà l’asse trainante per un incontro intercomunale tra i due sindaci per cercare di risolvere in sinergia gli annosi problemi che attanagliano la città rivierasca, decantata da stranieri e bistrattata dai locali. Un tesoro al quale non è stato mai dato il suo reale valore. “ Credo che sia il modo giusto – sottolinea il direttore Vitale – di affrontare le diverse problematiche poste da tantissima gente. La oramai imminente stagione estiva potrebbe ripresentarsi con gli stessi problemi che si ripetono di anno in anno”. Si intuisce che si batte la strada della programmazione, in quanto il “fai da te “ o addirittura il non fare nulla non ha mai portato lontano. Sicurezza, pulizia, abusivismo fluviale ed edilizio sono stai i punti salienti emersi nel tavolo di confronto. I proprietari vogliono anticipare la macchina organizzativa e le operazioni di vero maquillage che partiranno tra non molto. Un primo incontro che fa ben sperare per far uscire dall’oblio Baia Domizia. “  Non è possibile che Baia  salga sul proscenio della cronaca solamente quando si fanno commenti in negativo”- ha replicato Vitale – Le progettualità future di grande rilevanza per qualificare il territorio per quel che concerne la salvaguardia ambientale ed altro sono i punti cardine sui quali si aprirà il dibattito tra  istituzioni e privati. Tra qualche giorno entreremo nel dettaglio dei circa venticinque punti – fattibili e non – su cui i proprietari hanno puntato il dito che sono stati inseriti nel documento sottoscritto da centinaia di persone.

 

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.

Guarda anche

PIGNATARO MAGGIORE / CAMIGLIANO – Schianto sull’Appia, è morta Miriam. Due comunità sotto choc

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Pignataro Maggiore / Camigliano – E’ morta, questa sera, la 30enne di Camigliano rimasta coinvolta, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.