Ultim'ora
foto di repertorio

ALIFE – Condono edilizio, i giudici del Tar bocciano le scelte del Ministero. Importante svolta per migliaia di cittadini

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

ALIFE –  Da tempo oltre 500 pratiche edilizie sono ferme, una condizione che blocca anche un importante indotto economico capace di portare ossigeno nelle casse del municipio così come in quelle delle attività commerciali ed artigianali.   I Giudici del T.A.R. Campania, in accoglimento della richiesta di annullamento avanzata dall’avvocato Maurizio Ricciardi Federico (difensore di alcuni privati cittadini di Alife), con la sentenza di oggi (tanto attesa dagli addetti ai lavori), offrono in una interessante risposta alla disputa intercorsa sulla corretta interpretazione del dato normativo connesso alla pratica di condono edilizio per la quale non era stato mai acquisito il parere paesaggistico. I Giudici, dando ragione ai privati, di fatto bacchettavano il Ministero che riteneva illegittimo (ed non già inefficace come sostenuto dai ricorrenti) il condono rilasciato dal comune, siccome la pratica edilizia non risultava inoltrata in Soprintendenza per la prassi all’epoca invalsa presso tutti i comuni dell’Alto casertano. Di fatto, il Ministero bloccava la possibilità per il privato di ristrutturare casa ed, al contempo, di riqualificare il territorio privando della possibilità di creare un indotto economico quantificabile in diversi milioni di euro (oltre cinquecento <500> sono solo le pratiche ferme al comune di Alife, come riportato in sentenza connesse a ristrutturazioni edilizie anche integrali, ovvero, con abbattimenti e ricostruzioni). Una soluzione quella proposta (dai privati) ed accolta (dai Giudici) che offrirà una grande opportunità di riqualificare urbanisticamente il comprensorio matesino. Ossigeno per le nostre terre a corto di lavoro ( e per le stesse casse comunali) ed alle prese spesso con una burocrazia miope che, grazie al coraggio di pochi, trova la giusta risposta nella Giustizia.

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Bellona –  Picchia la moglie e la minaccia con un cacciavite, arrestato 50enne

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Bellona – In preda ai fumi dell’alcol si è scagliato contro la moglie minacciandola e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.