Ultim'ora

PIEDIMONTE MATESE – Dissesto, l’ex ragioniere del comune al sindaco: non dire bugie

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

PIEDIMONTE MATESE – Duro scontro tra il sindaco Luigi Di Lorenzo e l’ex ragioniere dell’ente, Giovanni Santomassimo. Tutto si è consumato attraverso i social quando il primo cittadino ha pubblicato un post relativo ad un debito contratto dal comune nei confronti dell’Enel. Un buco di due milioni di euro (2011-2017). Santomassimo ha replicato dicendo di non poter più “tollerare le bugie” spiegando le ragioni per le quali non era stato possibile pagare. L’ex ragioniere ha poi ammonito il sindaco sulla questione dissesto dicendo che è “sempre un male” dichiarare il fallimento e che da adesso in poi bisogna adoperarsi nel recuperare le entrate non riscosse per poter poi dare alla città i servizi di cui ha bisogno.

Ecco riportati alcuni passaggi della discussione andata in scena attraverso i social.

Di Lorenzo:

BUCO ENEL Per 2 MILIONI DI EURO 2011-2017
l’avventura è nata così! Con una diffida di distacco corrente ad inizio luglio 2017. NON AVEVANO PAGATO TUTTE LE BOLLETTE per un valore di oltre 1,5 milioni di Euro!! ECCO ALCUNI DOCUMENTI IN ANTEPRIMA. Ad ottobre 2018 sono arrivati i pignoramenti definitivi!! ( quello di 650 mila euro neanche opposto in tribunale se non con l’arrivo della Commissaria!!
Eppure avevano avuto:
1,2 mln decreto salva debiti
1 mln prestito DCP per debiti Enel. Ma per cosa sono stati spesi?
In allegato la ricevuta ENEL del 2012 che li diffida a pagare!!
LA CITTADINANZA E LA STAMPA È INVITATA PER LA PRIMA DELLE 8 CONFERENZE STAMPE
SI PARLERÀ DI DISSESTO E DI ENEL .. Un buco di circa 2 milioni di Euro che mentre parlano produce ancora danni perché per colpa LORO siamo in Salvaguardia! Cioè paghiamo il 30% in più del totale ogni mese grazie ai Campioni. VERGOGNA!!

Santomassimo:

Mi dispiace intervenire caro Sindaco ma non posso più tollerare le bugie dette sulla questione Enel. Mi riprometto di relazionare sulla questione direttamente alla Corte dei Conti . Lei non può incolpare gli uffici comunali sia quello tecnico che quello finanziario per una questione non dipesa dagli stessi… Mi riferivo ad una questione di carattere anche penale per intromissione di altre società nei contratti che hanno bloccato di fatto la possibilità di pagare. Anche per duplicazioni di bollette esose di cui non si è avuto riscontro per mancanza di accertamenti etc. Io credo che una attenta commissione di esperti porterebbe alla luce queste anomalie. Grazie.

Io non voglio difendere nessuno ma solo evidenziare tecnicamente la realtà dei fatti. Il nostro è un comune meraviglioso e pieno di risorse. Abbiamo solo bisogno di essere bene gestiti. Ora a mio avviso bisogna solo dare un forte segnale politico e dimostrare ai cittadini che siamo in grado di farcela con le nostre forze nel recuperare le entrate non riscosse per poter poi dare alla città i servizi di cui ha bisogno. Fare dissesto fa sempre male. Tu sei una brava persona ma molto giovane. La mia esperienza quarantennale mi ha insegnato che bisogna qualche volta fare delle rinunce gestionali dolorose ma salutari per il bene della città senza cercare colpe o colpevoli di gestioni passate, che comunque non aiutano a risolvere i problemi anche perché di natura strettamente di cassa dovuta al cosiddetto federalismo fiscale. Pondera bene le conseguenze del fallimento e cerca di formare una squadra di tecnici preparati ed uscire da soli da questa difficile situazione senza creare danni al nostro ente per il bene della cittadinanza.

Di Lorenzo:

Da uomo di numeri sai che contano I DATI e non le chiacchiere. Non sono GIOVANE ( 49 ANNI) e faccio amministrazione pubblica da 25 ed oltre e dirigo da 10 e più anni una Unità ospedaliera con relativo budget. Molto più esperto di ciò che tu vuoi far apparire e mi sembra discreditante quindi non te lo consento. Detto ciò.. affettuosamente…il mio percorso professionale parla da solo. Come parlano da sole le tue parole che mi HAI SCRITTO a Settembre 2017 .. dopo 3 mesi dalla elezione. Non tiriamoci in ballo e non fare il furbo.

 

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Riardo – Coronavirus, alunno delle elementari contagiato: 16 bimbi in quarantena

Tempo di lettura stimato: 2 minuti Riardo – Un bimbo, alunno della scuola elementare del paese, è risultato positivo al Coronavirus. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.