Ultim'ora

NAPOLI – Marchi contraffatti, sequestrati 25 milioni di giocattoli

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

NAPOLI (di Rachele Izzo) – Nel quadro della quotidiana attività di prevenzione generale e di controllo economico del territorio finalizzata, tra l’altro, alla repressione del fenomeno della contraffazione e della commercializzazione di prodotti non sicuri, a cura del comando provinciale della guardia di finanza di Napoli, sono stati intensificati i servizi tesi al contrasto del fenomeno della contraffazione di brevetti e marchi registrati nonchè in materia di sicurezza prodotti.

In tale contesto, il gruppo di Frattamaggiore, atteso l’approssimarsi delle festività natalizie e quindi la verosimile immissione nel mercato delle vendite di prodotti destinati ai bambini, ha predisposto un capillare servizio di controllo del territorio, accompagnato da appostamenti e pedinamenti nei confronti di individui risultati gravati da precedenti nello specifico settore. La predetta attività ha consentito di selezionare alcuni soggetti meritevoli di particolare attenzione investigativa in  quanto risultati avere la disponibilità di locali interessati da un continuo via vai di furgoni utilizzati per trasportare prodotti destinati ai minori.

A seguito della descritta attività info-investigativa, gli operanti hanno individuato in Napoli un locale commerciale, di circa 650 mq, nella disponibilità di un cittadino di etnia cinese, all’interno del quale erano detenuti per la vendita e lo stoccaggio, giocattoli di noti marchi (disney e giochi preziosi), palesemente contraffatti  e non conformi alle normative di settore. I militari hanno posto sotto sequestro l’intero sito nonché i citati giocattoli, risultati pari a circa 25 milioni di prodotti.

Senza l’intervento dei finanzieri, la predetta merce contraffatta e non sicura sarebbe stata, in occasione delle prossime festività natalizie, immessa nel circuito commerciale in danno della salute dei consumatori, soprattutto dei più piccoli.

Al termine di tale operazione, finalizzata al contrasto della contraffazione quale moltiplicatore d’illegalità e fonte di danneggiamento del mercato che sottrae opportunità e lavoro alle imprese che rispettano le regole, 1 responsabile è stato deferito all’a.g. territorialmente competente.

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Sessa Aurunca – Tragedia a Piedimonte, l’ultimo viaggio di Antonio

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Sessa Aurunca – Si sono svolti oggi pomeriggio, domenica 25 luglio 2021, di Antonio Palmieri, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.