Ultim'ora

ACERRA – Traffico illecito di Gpl, scatta il sequestro

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

ACERRA – Nel quadro della costante attività esercitata dal Corpo a contrasto dei fenomeni
illeciti nel settore dei prodotti energetici soggetti ad accisa, il Comando Provinciale
della Guardia di Finanza di Napoli ha sequestrato ad Acerra (NA) un deposito di
GPL, un distributore di carburante, un’autocisterna e oltre 40.000 litri di gas per il
riscaldamento. Il prodotto energetico, che scontava un’aliquota di imposta
agevolata in quanto destinato all’uso domestico, veniva regolarmente “dirottato”
verso distributori stradali compiacenti trasformandosi di fatto in carburante per auto.
In particolare, i militari della Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Napoli,
nell’ambito di un’attività di controllo economico del territorio, hanno seguito
un’autocisterna che – uscita da un deposito commerciale di GPL autorizzato
unicamente a rifornire potenziali clienti di prodotto per uso domestico – dopo un
breve tragitto, provvedeva a rifornire un distributore stradale di GPL autorizzato,
invece, a ricevere il classico propellente ad uso autotrazione.
Le fiamme gialle, intervenute immediatamente per bloccare l’illecito e constatare
l’assenza della documentazione a supporto del carico “in nero” sottratto al
pagamento dell’accisa, hanno potuto verificare che il carburante immesso nei
serbatoi era, in effetti, prodotto a tassazione agevolata ed “illegalmente” destinato
ad usi diversi. Allo scopo di rendere meno agevole l’operato degli investigatori e di
rendere irrintracciabili gli scarichi di contrabbando, le obbligatorie registrazioni in
contabilità erano aggiornate a diversi mesi prima.
Al termine del servizio, oltre a segnalare alla competente Autorità Giudiziaria 3
responsabili napoletani per illeciti riguardanti il Testo Unico Accise, sono stati
sottoposti a sequestro la cisterna carica di GPL, il deposito di approvvigionamento
del carburante, il distributore stradale pronto a rifornire ignari automobilisti i quali
avrebbero pagato, nel “prezzo alla pompa”, le dovute imposte poi intascate e mai
versate all’erario. Inoltre, oltre a quanto precede, al fine di impedire ulteriori
rifornimenti illegali, sono stati sequestrati oltre 40.000 litri di GPL pronto,
potenzialmente, ad essere immesso in consumo nel parallelo mercato evasivo.
L’attività testimonia il costante impegno esercitato dalla Guardia di Finanza di
Napoli sul territorio nel contrasto agli illeciti nel settore delle accise, finalizzato alla
tutela del lecito commercio di carburante, e, al contempo, alla salvaguardia del
consumatore finale.

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

SAN MARCO EVANGELISTA – Fabbrica di caffè distrutta, nube di fumo copre la zona

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto SAN MARCO EVANGELISTA –  Un incendio di vaste proporzioni è divampato pochi minuti prima delle …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.