Ultim'ora

RIARDO – Omicidio colposo, camionista condannato.

RIARDO – Era accusato di aver provocato, a seguito di un incidente srtradale,  la morte di un uomo di Castrocielo. E’ stato condannato, alcuni giorni fa, alla pena di due anni di reclusione. Questa la sentenza emessa dai giudici di Isernia contro Raffaele Cimmino per aver causato la morte nel 2005 di un cittadino di Castrocielo. Secondo la ricostruzione dei fatti, Cimmino era alla guida del suo autocarro lungo la strada di collegamento tra Val di Sangro e Isernia. Dalla direzione opposta al suo senso di marcia proveniva una vettura guidata da un uomo residente a Castrocielo.  Improvvisamente l’impatto frontale, probabilmente causato da un’invasione di carreggiata. La carambola vide la vettura guidata dall’uomo finire sotto il camion e ridotta ad un groviglio di lamiere. L’automobilista di Castrocielo, a seguito dello schianto, perse la vita, mentre la donna che era al suo fianco rimase gravemente ferita. Fu quindi indagato con l’accusa di omicidio colposo l’autotrasportatore. Il pubblico ministero, in sede di requisitoria, aveva chiesto per Cimmino la condanna a 3 anni ed otto mesi di reclusione. Il tribunale di Isernia, al termine della camera di consiglio, gli ha inflitto una pena di due anni con pena sospesa.
© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.

Guarda anche

Santa Maria Capua Vetere – Ladri d’antichità: obbligo di dimora per due tombaroli

Santa Maria Capua Vetere – I “ladri d’arte” rubano il passato e cancellano il futuro. …

un commento

  1. impare a dire la verita

    senta dato che lei non e al corrente adesso gli spiego io alcune cose quella grande donna che era affianco e stato il signor cimmino a tirarla fuori dalla macchina a causa dell’incidente, perche a vista di persone che erano li l’hanno trovata appoggiata sulle gambe del signore che egli era affianco, e continuanto l’argomento molti e sopratutti i carabienieri avendo preso le indagini non volevano nemmeno far fare l signor ciommino un controllo dell’alcol, e il signor cimmino insistendo di fargli fare la prova dell’alcool e di droga. poiche il signor cimmino non solo non fa uso di droma ma non beve e ne tanto meno a mai fumato una sigaretta. la donna che era sulle gambe dell’uomo con la faccia rivolta al p… dice di non ricordare nulla…. ma forse e che non vuole ricordare. dato in chissa quale stato di eccitazione era l’omo invade l’altra corsia cioe quella del signor cimmino . non il contrario come vogliono dire gli avvocati della donna che non ricorda niente………….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.
Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.