Ultim'ora

Sparanise – Turbogas, rotte le trattative per nuova convenzione: al municipio nemmeno più un centesimo. Martiello con un pugno di mosche

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Sparanise – Salta il tavolo della trattativa fra Calenia e comune. Martiello resta con un pugno di mosche. Non sarà sottoscritta alcuna nuova convenzione fra la Calenia e il municipio di Sparanise. Il sindaco Salvatore Martiello avrebbe tirato troppo la corda. Soprattutto non avrebbe rispettato i tempi entro i quali l’azienda chiedeva di chiudere l’eventuale accordo. Così nei giorni scorsi  dopo l’ennesimo incontro fra le parti, la decisione di Calenia di interrompere ogni trattativa. Del resto la società che gestisce l’impianto Turbogas di Sparanise non sarebbe più obbligata, in alcun modo, a sottoscrivere convenzione con l’ente municipale. Lo avrebbe certificato anche un parere legale richiesto dall’amministrazione comunale. La macchina amministrativa guidata dal sindaco Salvatore Martiello chiedeva a Calenia l’erogazione di 700mila in tre anni, soldi da utulizzare per ristrutturazione del palazzetto dello sport. Una somma da corrispondere negli anni 2018 / 2019 / 2020.  La Calenia offriva 600mila euro in tre anni da corrispondere negli anni 2019 / 2020 / 2021. Inoltre l’amministrazione comunale chiedeva a Calenia la rotazione delle ditte esterne che operano nell’impianto turbogas di Sparanise. Posizioni che alla fine sono diventate inconciliabili, fino alla rottura delle trattative. Ora al sindaco Salvatore Martiello e alla sua amministrazione non resta più niente. Solo la “minaccia” di portare la popolazione a protestare sotto la centrale turbogas di Sparanise.

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

MONDRAGONE – SCAPPANO ALL’ALT DELLE FORZE DELL’ORDINE, CARABINIERI COINVOLTI IN UN BRUTTO INCIDENTE STRADALE

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto MONDRAGONE – A seguito di un inseguimento i Carabinieri della stazione di Baia Domizia sono …

un commento

  1. Se il popolo di Sparanise avesse gli attributi dovrebbe andare a protestare sotto casa del sindaco che a suo tempo ha voluto la centrale .Quslsiasi contributo non ripaga mai dall aumento di inquinamento e di polveri sottili che la centrale ha portato. Sarebbe bene che questa testata ed anche L amministrazione comunale pubblicasse i dati Arpac sulla qualità dell’aria a Sparanise.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.