Ultim'ora

CAIANELLO – BOTTI KILLER, E’ MORTO VINCENZO LATINA

caianello. E’ morto Vincenzo Latina, era stato centrato in pieno volto da un razzo lo scorso capodanno.  Una morte assurda che ancora una volta dovrebbe essere da monito sull’uso dei fuochi d’artificio, psesso causa di gravi problemi. Ieri sera il cuore dell’uomo ha cessato di battere dopo un’agonia durata diversi giorni. I medici dell’ospedale di Caserta avrebbero fatto il possibile per salvare la vita di Vincenzo, ma sarebbe servito un autentico miracolo. Miracolo che, purtroppo non c’è stato.
Inconsolabile la moglie e i figli che non riescono a darsi pace per una tragedia così assurda, quasi da sembrare irreale. Stesso sentimento sembra essere condiviso dalla stragrand emaggioranza del paese.
Perdiamo una persona semplice ed onesta, un gran lavoratore che sapeva essere amico di tutti. Un uomo sempre disponibile che dedicava la sua vita al lavoro e alla famiglia”.
Queste le parole con il sindaco Marino Feroce ha voluto commentare la triste notizia del decesso dell’operaio. E’ accaduto la notte di San Silvestro  fuori la’bitazione dell’uomo che lavorava come meccanico in un’officina nella vicina Vairano Scalo. Vincenzo – 48 anni -.  venne soccorso, subito dopo la mezzanotte presso l’ospedale di Piedimonte Matese, ma i medici hanno deciso per lui, durante la notte, il trasferimento d’urgenza all’ospedale di Caserta Sant’Anna e San Sebastiano.
In altri due distinti episodi, con identica dinamica, hanno perso la viota due imprenditori, uno di Pontelatone, l’altro della provincia di Benevento.
Ancora un Capodanno drammatico per l’uso improprio dei fuochi d’artificio, nonostante le campagne di sensibilizzazione e la massiccia azione repressiva messa in atto dalle forze dell’ordine. Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Caserta, in particolare, in occasione dei festeggiamenti di Capodanno, ha intensificato i controlli orientati al contrasto del fenomeno della vendita e detenzione illegale di prodotti pirotecnici privi delle necessarie autorizzazioni di conformità agli standard minimi di sicurezza.
Le Fiamme Gialle, negli ultimi giorni dell’anno, hanno quindi sottoposto a sequestro complessivamente circa 200.000 artifizi pirotecnici appartenenti alla IV e V categoria, per un peso di oltre 6 tonnellate. Ventisei le persone denunciate alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, di cui una tratta in arresto perché sorpresa in flagranza di reato mentre trasportava illegalmente un quantitativo di “botti” superiore a 850 chilogrammi.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.

Guarda anche

Dragoni – Impianto Biometano: serve un consiglio comunale per fare chiarezza. D’Aloia avrà il coraggio?

Dragoni – Fra il dire e il fare c’è di mezzo il mare, recita un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.
Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.