Ultim'ora
sdr

GALLUCCIO – Sagra e polemiche, Lepore al ‘collega’ di Roccamonfina: “si concentri su altre priorità, qui da noi i costi sono più contenuti”

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

GALLUCCIO (di Nicolina Moretta) – A Sipicciano, un piccolo borgo del Comune di Galluccio, si è svolta nel fine settimana la Sagra della Castagna e del fungo Porcino. Questo piccolo borgo, dove abitano all’incirca un centinaio di persone, ha avuto la forza di attrarre un numero notevolissimo di turisti che sono giunti con automobili, camper e pullman da ogni dove. La Sagra è stata promossa dall’Associazione Montecaruso, presidente Graziella Porro. E nella Sagra, mentre i turisti si divertono, c’è chi parla delle problematiche d’attualità. Il sindaco di Galluccio, Franco Lepore, ha così dichiarato:”La promozione del territorio è fondamentale, quindi Roccamonfina fa bene a promuovere il territorio, ma sarebbe probabilmente preferibile indirizzare gli sforzi su altre priorità, come tenere in ordine i conti del Comune e soprattutto offrire i servizi anche a costi contenuti. A Galluccio quando si fa la Sagra dell’uva nessun espositore, a qualsiasi titolo, ha dato un centesimo al Comune di Galluccio, gli espositori hanno avuto solo un ritorno a livello di incassi. La Sagra dell’uva è stata fatta senza oneri per il Comune e per gli operatori economici. Il costo degli spettacoli è stato contenuto e sicuramente inferiore al costo di nomi di grido dello spettacolo.” Di seguito alle parole del sindaco Lepore, continua il presidente del Parco Regionale di Roccamonfina – Foce del Garigliano, Luigi Verrencia:”Oggi il problema castanicolo del territorio si potrebbe risolvere se tutti i sindaci della zona sedessero attorno a un tavolo e parlassero del territorio, unitariamente, abbandonando le logiche individualistiche e campanilistiche, perché il Parco, più o meno, ha le stesse problematiche e una sola voce dovrebbe interessare del problema la Regione, il ministro dell’Agricoltura e tutti gli organi competenti.” Così si è stato discusso all’aperto, confusi tra la folla, vicino ad un tavolo micologico che espone centotrenta specie di macromiceti, tra cui alcuni funghi tossici e mortali tra i quali l’Amanita phalloides , che questo anno in Italia ha già provocato alcune vittime; così come ha dichiarato il coordinatore del gruppo micologico dell’Associazione Montecaruso: Marcello Boragine e con lui gli altri componenti del gruppo: Giuseppe Carozza, Pietro Iovine, Enzo Orgera, Antonio Nebiante e Barbara Di Sanza.

burst
dav
dav
sdr

 

 

 

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Vairano Patenora – Malore improvviso, muore coordinatore Lupi del Vairo

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Vairano Patenora – E’ stato stroncato, circa una ora fa, da un malore improvviso – …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.