Ultim'ora

PIEDIMONTE MATESE – Paese futuro, dal Matese nasce nuova associazione. Guardando alle politiche…

PIEDIMONTE MATESE (francesco mantovani) – Dal Matese nasce nuova associazione. Guardando alle prossime elezioni politiche. L’Associazione è nata ed opera in Piedimonte Matese, con sede alla Via Gaetani 30. Il consiglio direttivo è così composto: avv. Adriano Prato presidente, avv. Francesco Bucciero vicepresidente, dott. Carlo Riccitelli segretario, avv.Cecilia Natale tesoriere. Membri del direttivo: Prof. Angelo  Marcucci, Luigi Miranda, Achille Monfreda, Grazia Terreri; dott. Aldo Conca coordinatore provinciale; dr. Francesco Lauro coordinatore del Comitato Scientifico e Culturale; dr. Giuseppe Cenerazzo, Armando Sticca e Vincenzo Coppola, membri del Comitato Scientifico e Culturale. Intervistato, il  Presidente, avv. Adriano Prato, si limita, al momento, ad affermare che “l’Associazione, oltre che in Campania, si sta radicando anche in Molise, dove è già stata da me presentata, nel Lazio, in Basilicata ed in Calabria. Ci sono contatti e possibilità di federazione con altri movimenti nazionali. Notevoli e numerose sono già le richieste di adesione a “Paese Futuro”. Gli scopi ed i fini dell’Associazione si è cercato di racchiuderli nel Logo. Al momento non posso aggiungere altro, se non che l’Associazione si propone di riaffermare la sovranità popolare sancita dall’art. 1 della
Costituzione, altri dettagli ed iniziative saranno rese note man mano che  l’Associazione opererà”. Prato formula, per l’occasione, auguri di buone feste. “Approfitto  per formulare gli auguri di  buon anno a tutta la popolazione del mio amato territorio, e ciò a nome di Paese Futuro, e con la speranza che si attui questo necessario cambiamento del modo di fare politica”.
L’avvocato Prato – presidente del nuovo sodalizio – spiega il significato del logo
In questo Logo l’AssociazionePAESE FUTUROha inteso racchiudere simboli che rimarcano alcuni dei valori e dei principi che hanno portato i soci fondatori alla sua costituzione. Tali valori e principi sono dettagliatamente descritti nello Statuto costitutivo dell’Associazione. Il colore verde di base del Logo, unitamente al sole nascente dell’alba, alle scritte “PAESE FUTURO”, “Buongiorno Italia” e alle parole molte volte ripetute nel file musicale “la vita che grida” e “un altro giorno verrà” nonché tutto il testo musicale, vogliono inneggiare alla speranza del vero cambiamento nel Nostro Paese ed ai buoni sentimenti che da sempre pervadono l’animo dell’italiano comune. Un nuovo giorno, un buongiorno che ci proietti, attraverso il cambiamento, in un futuro certo dove ritornino alla ribalta la sovranità popolare sancita dalla Nostra Costituzione ed i suoi principi cardine. Nella parte alta del Logo i tre colori (verde, bianco e rosso) simboleggiano i tre colori della Nostra bandiera nazionale. Il rosso è appena accennato, affinché la leggenda che circonda il significato di tale colore , cioè il sangue versato in guerra dai nostri eroi, non torni mai più attuale. L’Associazione, infatti, non si propone alcuna rivoluzione violenta, ma una rivoluzione intellettuale che conduca il Paese verso un nuovo giorno che veda rinascere i più alti valori morali, etici, politici, democratici, di affermazione della Giustizia, dell’Eguaglianza, della Fratellanza, della Prosperità e della Dignità. Anche la stilizzazione dello Stivale d’Italia e delle Isole, in colore giallo, vuole significare che ogni sforzo deve essere profuso per gli interessi collettivi e quindi per il Nostro Paese che deve sorridere irradiato dal giallo sole del nuovo giorno e quindi del cambiamento. La scritta PAESE non va intesa riferita solo alla nazione Italia, ma ad ogni altro agglomerato urbano e amministrativo, anche al più piccolo. Si dovrà votare per noi stessi e non per quel nome o per quell’altro, perché, così continuando a fare, continuiamo a dare al vecchio politico di turno una delega troppo ampia ed incontrollabile dall’elettore sovrano. Le scritte in bianco simboleggiano pertanto la pulizia, la voglia di far pulizia di quanti intendono continuare a perseguire questo modo sbagliato di fare politica: operare anziché per gli interessi collettivi per quelli di pochi, sempre più ricchi, a scapito di tutti gli altri, sempre più poveri, o addirittura per gli interessi esclusivamente personali o di casta. Il verde più scuro nella metà bassa del Logo simboleggia il paesaggio dell’Italia, i monti, le catene montuose e collinari laddove sorgono e si elevano i Nostri agglomerati urbani (uno ne è riportato in forma stilizzata), in quanto l’Italia non è costituita solo da grandi e magnifiche metropoli, ma soprattutto da medio-piccoli centri che, nel corso degli anni, si stanno spopolando sempre di più e dove l’economia locale è ormai quasi inesistente o addirittura assente  in ragione del fabbisogno economico ed occupazionale soprattutto giovanile. La linea azzurra rappresenta innanzitutto quella del nuovo orizzonte, e quindi anche il crinale di tutte le montagne italiane. L’azzurro di detta linea simboleggia innanzitutto l’acqua: quale elemento essenziale di vita, indice di limpidezza e di trasparenza, indice dell’elemento che circonda tutto il Nostro territorio nazionale: cioè il mare, indice dei fiumi e dei laghi italiani, indice del cielo azzurro e sereno che sovrasta l’intero Nostro territorio, azzurro che è indice della purezza e dell’immensità, indice della divinità, infatti l’abito dell’Immacolata Concezione è di colore azzurro. L’azzurro simboleggia anche il colore della maglia della nazionale italiana di calcio. Il sole che filtra attraverso l’agglomerato urbano stilizzato posto sul crinale della montagna simboleggia la trasparenza. Insomma questo Logo vuole racchiudere i valori morali, etici, sociali, politici, costituzionali e naturali che dovranno ritornare propri del Popolo italiano.
Il Logo è stato tecnicamente realizzato da: MARIA ELENA BIFULCO ARCHITETTO

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.

Informazioni su francescomantovani

Guarda anche

Roccamonfina – “Guerra” delle castagne, la rappresaglia dei proprietari: spaccati i finestrini delle auto in sosta

un commento

  1. Forza ragazzi! Ma cosa aspettate ad uscire allo scoperto! Commentiamo, commentiamo in positivo questa iniziativa! Siamo stanchi, soprattutto i giovani, di questo andazzo. La rivoluzione la dovremmo fare noi. Mannaggia la miseria, diamoci una mossa! Aderiamo, facciamo qualcosa. Cacciamoli via questi ladroni attaccati alle poltrone da cinquantanni. Cambiamo questa nostra società e ripristiniamo questa Italia dove non c’é più niente, solo tasse e disoccupazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.
Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.