Ultim'ora

SESSA AURUNCA – Liceo Majorana, una manifestazione per premiare le eccellenze del territorio

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

SESSA AURUNCA – Sabato 19 maggio, ore 10.30, le porte del Liceo Scientifico “E. Majorana” si apriranno per premiare le eccellenze del territorio, durante la manifestazione dedicata al “Premio A. Torrese”: per l’occasione, anche Paolo Razza, studente del Majorana, sarà premiato da Giuseppe ed Ennio Mascolo – figli di Luigi e nipoti di Giuseppe Mascolo, vittima di camorra – quale vincitore della Borsa di studio “in memoria di Giuseppe Mascolo” per un programma trimestrale in Francia, con l’Associazione Intercultura. Una bellissima soddisfazione per Paolo che al termine di un percorso di selezione durato 3 mesi e di un ciclo di incontri formativi ad opera dei volontari del Centro locale di Intercultura di Sessa Aurunca partirà quest’estate per un’esperienza formativa e umana che lascerà un segno nella sua vita. Numerosi gli studenti dell’I. S. NIFO, che negli ultimi anni hanno vinto la borsa di studio Mascolo, come Francesco Vallario, Sara Petruccelli, Annamaria di Costanzo, solo per nominarne alcuni di una lunga serie. Soddisfatto anche il dirigente scolastico G. Abbate, che con Intercultura Sessa ha sottoscritto una convenzione: “la nostra comunità scolastica, negli ultimi anni, ha beneficiato enormemente, a livello di impatto sociale ed educativo, dell’esperienza vissuta all’estero da parte dei nostri ragazzi – ha affermato il dirigente – che, scegliendo di intraprendere questo percorso educativo, hanno raccolto la sfida di vivere un’esperienza formativa che li aiuterà a diventare  la prossima generazione di innovatori”. Presenti anche i volontari di Intercultura: “Il progetto educativo spiega Fernanda Esposito, Presidente Centro locale di Intercultura di Sessa Aurunca–coinvolge tutti a partire dai nostri studenti, fino alle loro famiglie, alle loro scuole, alle loro comunità, i programmi di Intercultura cambiano la vita delle persone coinvolte.” L’Associazione Intercultura (fondata nel 1955) è  un ente morale riconosciuto con DPR  n. 578/85, posto sotto la tutela del Ministero degli Affari Esteri. Ha status di ONLUS, Organizzazione non lucrativa di utilità sociale, ed è iscritta al registro delle associazioni di volontariato del Lazio: è infatti gestita e amministrata da migliaia di volontari, che hanno scelto di operare nel settore educativo e scolastico, per sensibilizzarlo alla dimensione internazionale. E’ presente in 155 città italiane ed in 65 Paesi di tutti i continenti, attraverso la sua affiliazione all’AFS Intercultural Programs e all’EFIL. Ha statuto consultivo all’UNESCO e al Consiglio d’Europa e collabora ad alcuni progetti dell’Unione Europea. Ha rapporti con i nostri Ministeri degli Affari Esteri dell’ dell’Istruzione, Università e Ricerca. A Intercultura sono stati assegnati il Premio della Cultura della Presidenza del Consiglio e il Premio della Solidarietà della Fondazione Italiana per il Volontariato per l’attività in favore della pace e della conoscenza fra i popoli. L’Associazione promuove e finanzia programmi scolastici internazionali: ogni anno più di 2.000 studenti delle scuole superiori italiane trascorrono un periodo di studio all’estero e vengono accolti nel nostro Paese quasi 1.000 ragazzi da tutto il mondo che scelgono di arricchirsi culturalmente trascorrendo un periodo di vita nelle nostre famiglie e nelle nostre scuole. Inoltre Intercultura organizza seminari, conferenze, corsi di formazione e di aggiornamento per Presidi, insegnanti, volontari della propria e di altre associazioni, sugli scambi culturali. Tutto questo per favorire l’incontro e il dialogo tra persone di tradizioni culturali diverse ed aiutarle a comprendersi e a collaborare in modo costruttivo.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati . Riproduzione vietata dei contenuti salvo diversa autorizzazione della redazione. Le pubblicità sotto forma di banner sono sponsorizzate.

Guarda anche

Piedimonte Matese – Coronavirus, dirigente municipale contagiato. Dieci giorni fa era presente in comune

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Piedimonte Matese – Un dirigente del municipio del capoluogo matesino, residente in un paese dell’Agro …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.