Ultim'ora

SESSA AURUNCA – Seconda guerra mondiale, rientrati in patria da Mosca i resti di Iorio e di altri novantanove soldati italiani

SESSA AURUNCA (di Antonio Migliozzi) – Oramai la notizia ha trovato la sua ufficialità, mentre nei giorni scorsi se ne parlava in tutta Italia senza averne una conferma: dallo scorso 15 maggio sono rientrati in Patria i resti di ben 100 soldati italiani da Mosca, in Russia, e tra questi vi sarebbe anche Pasquale Iorio, classe 1921 di Sessa Aurunca, già effettivo al 79esimo Reggimento Fanteria della Divisione “Pasubio”, dichiarato disperso dal 31 dicembre 1942. Le spoglie dei suddetti cento Caduti italiani della Seconda Guerra Mondiale si trovano presso il Sacrario Militare di Cargnacco (UD) dopo uno scalo tecnico avvenuto all’aeroporto Marco Polo di Venezia. I familiari dei militari che sono stati già identificati sono stati avvertiti del rimpatrio del loro parente, mentre si attende che entro la metà del mese di giugno si potrà effettuare la tumulazione dei poveri resti presso il Sacrario Militare di Cargnacco in provincia di Udine. L’organizzazione di tutta l’operazione è stata curata dal Commissariato Generale per le Onoranze ai Caduti di Roma, mentre ci preme sottolineare che nell’Alto casertano, e precisamente nel territorio del Comune di Mignano Montelungo, vi è uno dei Sacrari Militari più importanti d’Italia, laddove risposano centinaia Caduti della Seconda Guerra Mondiale.

Guarda anche

Capua – Scontro in autostrada: coinvolto motociclista

Capua – Il sinistro stradale è avvenuto poco fa lungo l’autostrada del Sole, in direzione …