1

CALCIO – SERIE A: IL PAGELLONE DELLA 35 ° GIORNATA

CALCIO (di Emanuele La Prova) – Parte dall’Olimpico la 35 ° giornata di Serie A: la Roma padrone di casa, in 10 uomini per quasi tutto il secondo tempo, strapazza il Chievo di Maran, che ora si vede coinvolto da vicino nella lotta per la salvezza. I giallorossi siglano due reti nel primo tempo con Schick e Dzeko, ma in apertura di ripresa Calvarese espelle Jesus che stende Inglese in area: dagli 11 metri però, il giocatore di proprietà del Napoli si fa parare la conclusione da uno strepitoso Alisson. Poco dopo, sulla scia dell’entusiasmo, El Shaarawy sigla il tris, ed al 67° ancora Dzeko con il mancino firma il poker. A 2 dal termine, Inglese realizza di testa il gol della bandiera.

ROMA: Voto 7,5    CHIEVO VERONA : Voto 4,5

Finisce tra mille polemiche il derby d’Italia tra Inter e Juve: i bianconeri aprono subito le marcature con Costa, mentre i neroazzurri poco dopo restano in 10 uomini a causa dell’espulsione di Vecino. Orsato sbaglia tanto, Pjanic meriterebbe il rosso, ma nonostante l’uomo in meno l’Inter prima pareggia con Icardi e poi passa in avanti con l’autogol di Barzagli. A 5 dalla fine però Spalletti si complica la vita da solo, sostituendo Icardi per Santon: quest’ultimo, appena entrato si perde Cuadrado sull’out di destra, che penetra in area e grazie al tocco di Skriniar pareggia i conti. Al minuto 89 arriva la grande beffa: Dybala da calcio piazzato trova Higuain, che di testa regala i 3 punti alla Signora, ad un passo dal settimo scudetto consecutivo.

INTER: Voto 6    JUVENTUS: Voto 6,5

Vittoria importante per il Crotone di Zenga, che allo Scida demolisce il Sassuolo di Iachini: gli Squali segnano 3 reti in solo 30 minuti, con Trotta (3 °e 30° minuto) e Simy ( 16°). Ad inizio ripresa i neroverdi cercano di riaprire timidamente i giochi con il rigore trasformato da Berardi, ma nel finale è ancora Simy a far esplodere lo Scida per la quarta volta.

CROTONE: VOTO 7,5    SASSUOLO: Voto 4

Al Ferraris, la Samp schianta il Cagliari sedicesimo in classifica: Praet va in gol dopo 7 minuti ed al 26 ° arriva il raddoppio di Quagliarella, che poco prima del duplice fischio sbaglia anche un rigore, ma poco dopo è Kownacki a realizzare il terzo gol. In apertura di ripresa Pavoletti segna il gol della speranza, ma a 3 dalla fine Ramirez scrive il definitivo 4-1.

SAMPDORIA: Voto 7,5    CAGLIARI: Voto 4

Ottima prestazione dell’Atalanta, che si sbarazza senza troppi problemi di un Genoa che non ha più nulla da chiedere al suo campionato: il gioiellino Barrow apre le danze al quarto d’ora , e dopo 6 minuti arriva il raddoppio di Cristante. Nella ripresa, ci pensa Ilicic con il suo magico sinistro a chiudere i conti. Il gol genoano di Veloso a 10 dalla fine, serve solo alle statistiche.

ATALANTA: Voto 7,5    GENOA: Voto 5

Dopo 6 turni, torna al successo il Milan di Gattuso, che al Dall’Ara batte il Bologna di Donadoni: Calhanoglu porta in avanti i suoi al 34°, ed al 46° arriva il bis rossonero con Bonaventura, che nella ripresa colpisce anche una traversa. Il Bologna riesce a riaprire il match con il colpo di testa di De Maio, ma nel finale non riesce a trovare il pareggio anche a causa di un ottimo Donnarumma.

BOLOGNA: Voto 5,5    MILAN: Voto 6,5

Saluta la Serie A il Verona di Pecchia, sconfitto in casa dall Spal di Semplici: gli scalugeri vanno in vantaggio con Valoti, ma l’autorete di Fares, Felipe e Kurtic ribaltano l’esito della partita. Con i 3 punti conquistati, la Spal supera il Chievo di 1 punto, e si porta al quartultimo posto della classifica.

HELLAS VERONA: Voto 4,5    SPAL: VOTO 6,5

Festa del gol a Benevento, dove gli stregoni fermano l’Udinese di Tudor sul 3-3: i friulani passano al 13 ° con Widmer, ma Viola e Coda riportano in avanti i giallorossi. In soli 2 minuti però, Lasagna sigla una doppietta che capovolge ancora una volta la gara. Sembra tutto pronto per la prima vittoria dell’Udinese dopo 11 sconfitte di fila, ma al 90°, la capocciata di Sagna inchioda il punteggio sul 3-3.

BENEVENTO: Voto 6     UDINESE: Voto 6

Il Napoli di Sarri dice probabilmente addio al sogno scudetto: gli azzurri vengono travolti dalla Fiorentina, che forte dell’uomo in più (espulso Koulibaly), non concede nulla agli avversari, mai pericolosi in 90 minuti. Il protagonista di giornata è sicuramente il Cholito Simeone, autore di una strepitosa tripletta ( 34° pt, 62° ,93° st): l’argentino è imprendibile, e per tutta la gara scherza con il povero Tonelli, che praticamente non lo vede mai.

FIORENTINA: Voto 7,5      NAPOLI: Voto 4

La Lazio continua la sua corsa alla Champions, e con una grande prestazione di squadra batte il Toro di Mazzarri: i biancocelesti dominano il primo tempo, dove perdono Immobile per infortunio, e sbagliano un penalty con Luis Alberto. Nella ripresa però, ci pensa Milinkovic Savic con un gran colpo di testa a regalare ad Inzaghi 3 meritatissimi punti.

TORINO: Voto 5   LAZIO: Voto 7