Ultim'ora

Sessa Aurunca – Manifestazione pacifica degli operai avventizi del CAB: nuovo appello a De Luca

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Sessa Aurunca (di Giovanna Cestrone) – Manifestazione pacifica da questa mattina sotto gli uffici del Consorzio Aurunco di Bonifica di Sessa Aurunca. Gli operai avventizi hanno rivolto un ennesimo appello al Governatore Vincenzo De Luca tramite un comunicato stampa diffuso nelle prime ore della mattinata. “Oggi 23 Aprile, noi operai avventizi siamo riuniti per sotto gli uffici del Consorzio aurunco di Bonifica in via delle Terme in Sessa Aurunca per manifestare pacificamente allo scopo di salvaguardare il nostro posto di lavoro che da 3 anni ha questa parte è diventato un incubo. Considerando che nonostante la politica locale si stia impegnando, dall’organo centrale della Regione non ci sono ancora arrivate risposte concrete, se non un contributo straordinario dal fondo di riserva di 500.000,00 euro che come da delibera doveva servire per garantire le attività di bonifica ed irrigazione come segnalato dai commissari straordinari, e che il mancato intervento può arrecare un rischio idrogeologico e danni all’agricoltura, e dar luogo ad azioni di risarcimento nei confronti del consorzio e della Regione accumulando ulteriori debiti. A tutt’oggi 70 padri di famiglia sono ancora in mezzo ad una strada, attanagliati da difficoltà economiche (segnalazioni in Crif pignoramenti sulle abitazioni per non aver onorato il pagamento dei mutui contratti bollette arretrate che vengono pagate grazie all’aiuto dei familiari ecc.). Essendo stremati anche a livello psicologico da tutti i problemi sopra citati, facciamo un secondo appello al governatore Vincenzo De Luca, di intervenire personalmente su questa gravosa vicenda, invitandolo ad onorare la promessa che sarebbe venuto a trovarci nella nostra sede o quantomeno di riceverci nei suoi uffici in Regione, per cercare di risolvere il problema nell’immediato, visto già il ritardo del imminente stagione irrigua già compromessa, che come da contratto Consortile deve iniziare il primo Maggio. Considerando che noi operai abbiamo bisogno di un lavoro preparatorio di almeno 30 giorni per effettuare manutenzioni e pulizia degli impianti e delle aste irrigue. Da oggi saremo qui in presidio permanente presso la sede del Consorzio. Invitiamo gli utenti e gli agricoltori a darci solidarietà e sostegno in questa manifestazione per salvaguardare il territorio e il lavoro”, scrivono gli operai avventizi del CAB.

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

MARZANO APPIO – Partita del Cuore, la risposta degli organizzatori e più grave dell’azione: Vogliamo ricordare solo gli amici

Tempo di lettura stimato: 2 minuti MARZANO APPIO (di Nicolina Moretta) – Il mio precedente articolo che aveva come tematica “La …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.