1

MARZANO APPIO / VAIRANO PATENORA / CAIANELLO – Bambina molestata, l’imputato sceglie il processo ordinario

MARZANO APPIO / VAIRANO PATENORA / CAIANELLO – Sarà un processo con rito ordinario a stabilire la verità sui presunti abusi a carico di una bambina. L’imputato non ha scelto riti alternativi – che in caso di condanna avrebbero garantito anche uno sconto di pena –  perché intende dimostrare nel dibattimento la propria estraneità ai fatti. Davanti al giudice nel prossimo autunno ci sarà un professionista di Caianello che avrebbe molestato e abusato, più volte, di una bambina di appena cinque anni. La vittima sarebbe la figlia della domestica che curava le faccende nella casa dell’indagato, Antonio Russo, 63enne originario di Marzano Appio,  difeso dall’avvocato Fabrizio Zarone. La parte offesa, la bimba di cinque anni, si costituirà in giudizio attraverso i propri genitori, difesa dall’avvocato Ernesto De Angelis.
Sarebbe stata proprio la madre della bimba a sporgere denuncia presso i carabinieri della stazione di Vairano Scalo, competenti per territorio. Gli uomini agli ordini del maresciallo Palazzo, coordinati dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, hanno condotto le indagini sul caso. I fatti contestati sarebbero accaduti il 27 dicembre del 2016. Mentre la madre della bimba svolgeva le faccende domestiche, Russo avrebbe avvicinata la piccolina costringendola a compiere alcuni atti sessuali.  Intanto il professionista si difende e attraverso il proprio legale avrebbe già attuato ogni azione per respingere le gravi accuse a suo carico.