Ultim'ora
michele bosso

Sessa Aurunca – La salma di Michele Bosso rilasciata per i funerali. Fissata la data e il luogo delle esequie

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Sessa Aurunca (di Giovanna Cestrone) – La salma dell’ex insegnante Michele Bosso, deceduto il primo Aprile scorso a causa del crollo delle luminarie in Piazza Mercato a Sessa, è stata riladciata per le esequie. Dopo l’esame autoptico, trnutosi presso l’Istituto di Medicina Legale di Caserta, è stata stabilita la data dei funerali che si terranno domani 6 Aprile alle ore 15.00 in Cattedrale. Per la stessa giornata è stato già proclamato il lutto cittadino. Ricordiamo che il Professore Bosso, è rimasto ferito nel pomeriggio di Sabato 31 Marzo dalla caduta delle luminarie montate in Piazza Mercato in occasione della festa Patronale in onore di Maria SS Avvocata del Popolo e di San Leone IX, scaraventate al suolo da un’improvvisa tromba d’aria abbattutasi sulla città. Insieme a lui è rimasta ferita anche la Signora Gemma F. che ha riportato un trauma cranico e alcuni punti di sutura. Entrambi furono trasportati d’urgenza al vicino pronto soccorso dell’ospedale San Rocco ma una volta accertata la gravità delle ferite riportate dal Professore Bosso, i medici decisero di trasferirlo presso la clinica Pineta Grande di Castelvolturno. Qui il cuore del povero sventurato, ha smesso di battere la sera di Domenica primo Aprile.

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Vairano Patenora – Serpente in un’auto, cinque pompieri in via Menotti

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Vairano Patenora – Sono arrivate alcune squadre di pompieri lungo via Menotti, nel territorio del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.