Ultim'ora

CASTELPETROSO (IS) – 130° anniversario dell’apparizione sotto un manto di neve

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Castelpetroso (di Laura Sarni) – Nella Basilica Minore dell’Addolorata si sono svolti i festeggiamenti per il 130° Anniversario dell’Apparizione sotto una abbondante nevicata che ha limitato i vari eventi in programma.

Tradizione vuole che il giorno della vigilia venga percorsa dai fedeli la Via Matris a piedi fino ai luoghi dell’apparizione di Maria S.S. Addolorata a due pastorelle, avvenuto il 22 marzo 1888. Per l’occasione sono stati invitati a partecipare i Cantori di Sant’Arcangelo (PZ), i quali hanno animato le sette stazioni, corrispondenti ai sette dolori di Maria durante la vita e fino alla morte del figlio Gesù. Il sacro percorso si è sviluppato nelle sette cappelle della basilica e non più attraverso il suggestivo percorso che attraversa il bosco a ridosso della basilica. I Cantori, provenienti dalla piccola cittadina lucana, fanno parte di un gruppo più numeroso ed hanno curato, rivisitato e corretto un antico canto tramandato oralmente dalle antiche generazioni, come dagli aedi; prima che andasse perduto è stato rivalutato e tutta la comunità ha partecipato alla realizzazione di una “Via crucis e Via Matris” molto suggestiva e dal profondo senso religioso del triste accadimento. Il Rettore della Basilica Don Massimo Muccillo ha fortemente voluto la loro partecipazione per far riecheggiare le antichissime strofe del canto dell’Addolorata denominato “Il pianto della Madonna” al fine di trasmettere la fede alle future generazioni. Nella basilica è presente un Posto di primo soccorso del Cisom; da due anni i volontari si occupano dei pellegrini e dei devoti che giungono numerosissimi soprattutto durante le ricorrenze più importanti come quella appena trascorsa; la Sezione Territoriale di Interesse Nazionale Matese-Alexis e il Raggruppamento Molise del Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta hanno svolto il servizio sanitario e di rappresentanza.

Nel giorno dell’anniversario S.E.Rev.Mons. Giancarlo Maria Bregantini, Arcivescovo Metropolita di Campobasso-Bojano ha presieduto al solenne pontificale a cui hanno partecipato numerose autorità civili e militari. La

nevicata non ha favorito la solita numerosissima affluenza di pellegrini ma non ha fermato i devoti di Brusciano (NA) e di Mercato San Severino (SA) oltre a quelli provenienti dalle città più vicine e ha reso queste due giornate innevate davvero speciali, trasformando il santuario da luogo di culto in luogo magico, ancora più denso di spiritualità grazie anche al silenzio che si percepiva all’esterno del santuario di solito così denso di attività.

I volontari Cisom hanno prestato il servizio di rappresentanza anche nella città di Pietramelara, comunità strettamente legata al santuario di Castelpetroso; è noto il loro pellegrinaggio a piedi nel primo weekend di maggio verso il luogo di culto. Don Giosuè Zannini della Parrocchia di Sant’Agostino ha invitato, per la speciale ricorrenza della Beata Vergine Addolorata, S.Eminenza.Rev. il Cardinale Agostino Vallini, fino a qualche mese fa vicario del Papa per la diocesi di Roma, il quale ha presieduto e concelebrato la solenne Celebrazione Eucaristica e ha ringraziato pubblicamente l’Ordine di Malta e il Corpo Italiano di Soccorso per lo zelo con cui compie la propria missione

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Carinola – Ladri in azione in una frazione del comune, svaligiato il tabacchi

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Carinola (di Giovanna Cestrone) – Ladri in azione stanotte in un tabacchino di una frazione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.