Ultim'ora

Sessa Aurunca/Baia Domizia – Dischetti di plastica sulle spiagge di Baia rinvenuti da Big Brother Ambiente: individuata la provenienza

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Sessa Aurunca/Baia Domizia (di Giovanna Cestrone) – Riscontrata anche sulle coste di Baia Domizia, la presenza dei famigerati dischetti di plastica sversati a mare e depositati sulle spiagge del Tirreno. A segnalare la presenza questi oggetti sulle coste della località balneare è stata l’Associazione Big Brother Ambiente e Animali di Sessa Aurunca. Quello che fino a qualche giorno fa sembrava un fitto mistero inestricabile, ha ora una motivazione chiara è ben definita: i dischetti di plastica provengono da un impianto di depurazione collocato presso la foce del fiume Sele. Il mistero è stato risolto dalla Guardia Costiera, dopo che la presenza del materiale plastico è stata riscontrata su non poche coste del Mar Tirreno Centrale, in particolare quelle dell’Isola di Ischia, del litorale campano, laziale e in parte di quello toscano. Le Capitanerie di porto di Napoli, Salerno e Gaeta, hanno rinvenuto nelle vicinanze di un impianto di depurazione collocato in prossimità della foce del fiume Sele e sugli argini dello stesso, una ingente concentrazione di tali filtri, fuoriusciti a causa di un cedimento strutturale di una vasca dell’impianto stesso. Alla presenza di tali dischetti sulle coste di Baia Domizia, si unisce purtroppo anche quella di quintali di rifiuti abbandonati nell’ambiente da persone incivili coscienti dei danni ambientali che provocano con tali loro sconsiderati gesti. Le mareggiate di questi ultimi giorni causate dal forte mal tempo, hanno lasciato sulle spiagge nei pressi della foce del Garigliano e della pineta adiacente, più di due chilometri di ramaglie e rifiuti di ogni genere. Ma se le ramaglie vengono rilasciate nell’ambiente da una natura soggetta ai cambiamenti climatici, lo stesso discorso non vale per i rifiuti abbandonati volontariamente da persone consapevoli delle proprie azioni. Ad evidenziare lo scempio ambientale su tale tratto di costa, è sempre la stessa Associazione Aurunca. “Pineta / Foce del Garigliano. Umano pensi di essere furbo, ti liberi dei tuoi rifiuti (come te) buttandoli nell’ambiente, nei fiumi, nei corsi d’acqua, cosi facendo credi che intorno a te, alla tua casa alla tua famiglia sia tutto più bello, ma ti sbagli, io ti restituisco tutto il male che mi fai”, questo il duro sfogo dei componenti di Big Brother Ambiente e Animali.

Guarda anche

Teverola – Giochi proibiti, denunciati due baristi

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Teverola – I carabinieri della Compagnia di Aversa, nel corso di un servizio coordinato di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.