Ultim'ora

CALVI RISORTA -Mancato pagamento Telecom: 18.000 euro per l’Istituto Comprensivo

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Calvi Risorta – E’ quando accade a Calvi Risorta, dove pare che l’Istituto Comprensivo abbia ricevuto un avviso di mancato pagamento del servizio di telefonia che ammonterebbe a circa 18.000 euro. Come spesso accade, da nove mesi a questa parte, la colpa viene attribuita, senza mezzi termini, alle precedenti amministrazioni. Infatti si inizia subito a farneticare volendo far risalire il debito al periodo 2003/2004, parte del 2014, 2015, 2016 e 2017. Fortunatamente esiste un sito istituzionale, con un archivio, in cui è possibile ricostruire il tutto. Bene, andando a ritroso, durante il periodo dell’amministrazione Marrocco risulta tutto regolarmente pagato fino al quinto bimestre del 2015. Le ultime 4 fatture sono rientrate nella massa passiva che dovranno essere liquidate dall’OSL. Invece, durante il periodo del Commissario CAMPINI, nessuna bolletta della Telecom è stata pagata, né quelle intestate alla scuola, né tantomeno quelle degli uffici comunali. Analizza, analizza, lo sguardo cade anche sulle bollette dell’Enel Energia. Durante il periodo del commissario si evince qualche pagamento sporadico, invece tra le determine di pagamento emesse dall’attuale amministrazione, che fa capo alla banda Lombardi, da ben 9 mesi non esiste alcun pagamento, né a favore della Telecom, per nessuna utenza, né a favore dell’Enel energia. Quindi non solo si rischia che venga staccata la linea telefonica, adsl compresa, compromettendo l’esito degli esami di stato, visto che a breve gli alunni delle classi terze della scuola secondaria di I grado devono svolgere le prove INVALSI, che da quest’anno sono categoricamente on line, ma si rischia addirittura di rimanere al buio, per tutte le bollette dell’energia elettrica che risultano insolute.

Attila e i suoi seguaci non sarebbero arrivati a tanto!

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Pietravairano – Scontro con l’auto: milza spappolata, i medici rimuovono l’organo

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Pietravairano – E’ stato necessario un intervento chirurgico per asportare la milza. L’organo aveva subito …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.