Ultim'ora

Sessa Aurunca – Convegno sull’ambiente: All’ISISS Taddeo da Sessa parla il generale di brigata dei Carabinieri forestali di Stato, Sergio Costa

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Sessa Aurunca – Si è svolto lunedì 12 marzo nell’auditorium dell’ISISS Taddeo da Sessa un convegno dal titolo “La terra percorsa dagli incendi: sterminio di massa”.
L’evento si inserisce nel progetto “Un sasso nello stagno”, cui partecipano gli alunni della scuola per conoscere ed approfondire tematiche ambientali, quali gli incendi boschivi ed il problema dei rifiuti, tematiche di cruciale rilevanza per il territorio aurunco.
Grazie alla collaborazione con il circolo Petteruti di Legambiente e con la Protezione Civile locale gli alunni del Taddeo stanno seguendo un percorso di formazione che ha permesso loro di fare incontri, uscite ed approfondimenti, al fine di sensibilizzarli all’importanza della cura e del rispetto del nostro ambiente. Al convegno hanno partecipato, oltre al Dirigente Scolastico, prof.ssa Giuseppina Zannini, il Sindaco di Sessa Aurunca, avv.to Silvio Sasso, la responsabile di Legambiente, dott.ssa Giuseppina Petrillo e, ospite d’eccezione, il generale di brigata dei Carabinieri forestali di Stato, dottor Sergio Costa.
Non ha fatto mancare il proprio saluto il vescovo di Sessa, sua eccellenza Orazio Francesco Piazza che con una telefonata nel corso del convegno si è dimostrato entusiasta per l’iniziativa promossa dalla scuola, ribadendo la propria stima al generale Costa.
Comandante regionale del corpo forestale dello Stato fino allo scioglimento del corpo stesso nel 2016, da sempre operativo nella lotta alla criminalità che ha fatto dei rifiuti un proprio business, il generale si è distinto soprattutto per le indagini seguite sulla Terra dei fuochi, con le quali ha smascherato quella che stava diventando la discarica seppellita d’Europa.
Dopo un breve excursus sulle normative vigenti in materia di reati ambientali, il Generale Costa ha trattato con chiarezza ed estrema competenza di argomenti altamente interessanti, spaziando dal sequestro della discarica La Selva di Sessa Aurunca nel 1992, da Lui personalmente seguito, alle tecniche utilizzate oggi dai carabinieri forestali per mappare i luoghi di interramento dei rifiuti tossici. Una serie di filmati hanno mostrato all’attenta e numerosa platea alcuni momenti dell’incendio che ha distrutto parte della flora e della fauna dell’area vesuviana nell’estate scorsa e le modalità con cui si sta cercando di intervenire per ridurre i danni all’ambiente e all’uomo.
Altri video, invece, hanno mostrato alcuni momenti del sequestro di rifiuti tossici altamente inquinanti a seguito di recenti indagini seguite dai carabinieri forestali guidati dal generale Costa. La partecipazione dei ragazzi ha poi portato ad una serie di domande cui il Generale ha risposto e, a conclusione della manifestazione, gli alunni dell’indirizzo agrario hanno offerto agli ospiti prodotti da loro realizzati seguendo procedimenti biologici. “Oggi abbiamo scritto una bellissima pagina di buona scuola” ha così concluso la Dirigente, ringraziando docenti, ospiti e soprattutto gli alunni, così attenti e disponibili a tradurre in atteggiamento concreto quanto appreso per salvaguardare l’ecosistema del nostro Pianeta che tutti abbraccia e di cui tutti dobbiamo avere cura.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati . Riproduzione vietata dei contenuti salvo diversa autorizzazione della redazione. Le pubblicità sotto forma di banner sono sponsorizzate.

Guarda anche

Mondragone – Piccirillo aderisce al Pd: “scelta per amore del mio territorio”

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Mondragone – L’avvocato Giuseppina Piccirillo dopo l’esperienza politica nel partito di Tabacci, aderisce al Partito …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.