Ultim'ora
Carmine Venasco - Foto: Daiana Phototeam

Sessa Aurunca – Emergenza neve. Parla Venasco, protezione civile: “siamo stati supportati dall’amministrazione ma soprattutto dai cittadini. Nessuna traccia della Provincia”

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Sessa Aurunca (di Armando Cappelli) – Sembra terminata l’emergenza neve che ha colpito il comune di Sessa Aurunca. Protagonista assoluta delle operazioni è stata la Protezione Civile guidata da Carmine Venasco. E’ quest’uomo che, con il viso e le mani bruciate dal gelo, stremato dalla fatica ma soddisfatto del proprio lavoro, ha trovato cinque minuti per togliersi qualche sassolino dalle scarpe: “Di prima mattina, quando c’è stata l’emergenza neve, la prima persona che abbiamo contattato è stato lo stradino della provincia. Lui ci ha dato il numero di telefono del responsabile provinciale del settore ed abbiamo subito provveduto a chiamarlo, più volte, ripetutamente, fin quando non ha risposto e ci ha detto che il mezzo della Provincia era al lavoro a Roccamonfina e poi sarebbe sceso sulla strada verso Valogno dove c’era la situazione più critica. Le telefonate sono state fatte dalla centrale operativa, quindi sono registrate. Dopo esser riusciti a liberare le strade delle Toraglie, grazie all’ausilio dei mezzi messi a disposizione dall’amministrazione, siamo andati a Valogno dove abbiamo trovato un mezzo che stava ripulendo la neve. Eravamo convinti che era il mezzo della Provincia, facenti fede a ciò che ci aveva comunicato il dirigente Provinciale. Invece era il mezzo messo a disposizione del comune. Sul posto anche il capo settore Rafaniello, il capo servizi Di Resta e degli altri dipendenti comunali che stavano controllando i lavori. La Provincia non l’abbiamo vista in nessun angolo del territorio colpito dall’emergenza. Voglio soprattutto ringraziare i cittadini che si sono adoperati per aiutarci: loro hanno collaborato in tutti i modi possibili, specialmente nello spargimento del sale, ma soprattutto per la pazienza avuta, poiché hanno compreso che c’era una vera e propria emergenza non prevista. Infatti a noi era stato comunicata allerta verde e non gialla come realmente è stata.  E’ stata una grande opera di solidarietà. Dispiace constatare che invece c’è chi vuole fare campagna elettorale con le emergenze del territorio, questo è inaccettabile e fa rabbia leggere falsità come elogi alla presenza della Provincia quando invece non c’era”. – chiosa Venasco.

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Pietramelara – Mancanza di assistenza medica, multa per l’Aurora Alto Casertano. Montaquila: faremo ricorso

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Pietramelara – Il giudice sportivo della Lega Nazionale Dilettanti ha inflitto una sanzione di 200euro …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.