Ultim'ora

SESSA AURUNCA / CASTEL VOLTURNO – “M’illumino di meno”: il via alla 14esima edizione

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Sessa Aurunca / Castel Volturno – Per la giornata dedicata al risparmio energetico, i volontari di Intercultura di Sessa Aurunca organizzano un evento a Sessa Aurunca e a Castel Volturno, insieme ai 6 studenti provenienti da Germania, Islanda, Paraguay, Russia, Thailandia e Stati Uniti e agli studenti delle scuole del territorio “Venite a camminare con noi, voi che correte al parco la sera, che fate yoga, calcetto o tango”. E’ questo l’appello alla cittadinanza fatto dai volontari dell’Associazione Intercultura di Sessa Aurunca per celebrare la giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili con due eventi aperti alla cittadinanza, previsti per venerdì 23 febbraio 2018 a Sessa Aurunca: ore 9.30, una marcia musicale degli studenti del Liceo Musicale del Convitto NIFO, organizzata in collaborazione con il D.S. Giovanni Battista Abbate dell’I.S. “A. Nifo” e i suoi studenti, e al Taddeo Da Sessa. La marcia avrà inizio da piazzetta Nifo fino a piazza XX Settembre dove gli studenti illustreranno i 17 obiettivi dell’Agenda 2030; a Castel Volturno: “passeggiata condivisa” organizzata dalla D.S. Anglea Petringa e le hostess e gli steward dell’Alberghiero “Vincenzo Corrado”, dopo la visita all’Oasi dei Variconi alla foce del Volturno, in piazza, illustreranno a tutti (con cartelloni plastificati), i 17 obiettivi dell’Agenda 2030. Ritorna così, l’appuntamento annuale con la manifestazione “M’Illumino di Meno”, che per la sua 14° edizione propone il tema dell’andare a piedi, organizzata dalla trasmissione di Radio 2 Caterpillar con cui Intercultura collabora da tempo, attraverso la partecipazione e le testimonianze dei nostri studenti italiani all’estero e di quelli stranieri in Italia. “Perché partecipare? – risponde Vivien, studentessa tedesca, partecipante ad un programma scolastico annuale di Intercultura, che prevede l’ospitalità in famiglia e in una scuola del posto – in Italia ho imparato l’importanza della raccolta differenziata ed ho apprezzato le lezioni dedicate all’ambiente fatte nella mia scuola ospitante, l’Istituto “Taddeo da Sessa”, ma ho trovato ancora molta resistenza nell’utilizzo dei mezzi pubblici al posto dell’auto e ancor più della possibilità di camminare”. A pensarla come lei, anche gli altri studenti di Intercultura che hanno risposto ad un sondaggio condotto dall’Associazione: il 41% degli studenti sostiene che in Italia ci sia una maggiore sensibilità verso l’ambiente che nel proprio Paese. Ciò nonostante, sono molte le lacune e gli aspetti nei quali dovremmo migliorare e a tal proposito diversi e interessanti sono i consigli pratici che questi ragazzi ci segnalano, con il fine di essere più attenti e sviluppare una maggiore consapevolezza. Per il 23% di loro, sono pochi gli italiani che scelgono di spostarsi in treno, pullman o tram, preferendo la macchina o altri mezzi indipendenti. Continua Vivien: “L’ambiente è un bene che ci appartiene e per questo è nostro dovere prendercene cura. Ad esempio in Germania, ogni classe si dedica a raccogliere i rifiuti in alcune aree della città. Ora sono contenta di poter partecipare ad un’iniziativa importante anche qui a Sessa Aurunca”. Con Vivien, gli altri studenti accolti a Sessa Aurunca e i loro coetanei delle scuole della città, Intercultura mette in pratica l’opera di sensibilizzazione condotta dal suo partner, l’ASvis, sui temi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite e portando avanti uno degli obiettivi educativi dell’Associazione, il quarto per l’esattezza: la partecipazione ai programmi AFS/Intercultura accresce nei partecipanti il senso di appartenenza a una società basata su problematiche sempre più globali, ma caratterizzata da infinite realtà locali. L’esperienza fornisce uno stimolo in più per appassionarsi alle questioni internazionali e sentirsi partecipi nella ricerca delle soluzioni ai problemi. Ecco perché i volontari di Intercultura invitano tutti a partecipare per non perdere l’occasione di guardare il mondo da altri punti di vista.

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Pietramelara – Gaspare Bassi e il romanzo di Pietramelara: 20 secoli di guerre ed eroi

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Pietramelara – Il prossimo 25 settembre sarà presentato il libro “Il Romanzo di Pietramelara” scritto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.