Ultim'ora

CASTEL VOLTURNO – Emergenza Immigrati: previsto un piano di 20 milioni di euro

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

CASTEL VOLTURNO (di Carmine Di Resta) – È stato redatto, dal commissario straordinario Antonio Cappetta, il piano per affrontare la delicata questione della presenza di stranieri irregolari a Castel Volturno. Dopo anni di attesa si mette finalmente un punto fermo importante per cercare di riportare la normalità nella città castellana che oggi conta circa 25mila residenti oltre a ben 15mila immigrati irregolari sul proprio territorio. Il piano in questione prevede un spesa di 20 milioni di euro.  I numeri sono stati messi nero su bianco oggi alla presenza del ministro dell’Interno Marco Minniti che ha firmato il protocollo di intesa col sindaco della città castellana, il prefetto di Caserta Raffaele Roberto, il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, il vice capo della polizia Alessandra Guidi ed il capo dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione Gerarda Pantalone. „”Cerchiamo con questo progetto – ha spiegato il ministro nella sala consiliare di Castel Volturno – di affrontare l’emergenza superando l’emergenza. Mettiamo in campo una risposta organica di fronte ad una situazione particolarmente impegnativa che ha dovuto affrontare, in questi anni, la comunità di Castel Volturno. La cosa più semplice sarebbe stata agire sulla base dell’emergenza, ma l’idea che abbiamo messo in campo è esattamente l’opposta: superare la parola emergenza dalle grandi questioni strutturali che noi abbiamo nel nostro paese”. Il presidente della Regione Campania De Luca ha poi parlato di circa 200 privati pronti ad investire nel rilancio del litorale domizio. “Si parla di società ed imprenditori che sono pronti a mettere sul tavolo circa 5 miliardi di investimenti grazie al Masterplan sul quale stiamo lavorando. Numeri enormi che danno il senso di quello che potremo fare per questo territorio se riusciremo a sbloccare i progetti”.  Il Ministero dell’Interno, invece, prevede tre interventi mirati. Il recupero di 3 beni confiscati alla criminalità organizzata, già assegnati al Comune di Castel Volturno, per le esigenze di inclusione ed integrazione dei cittadini di paesi terzi (1,5 milioni di finanziamento); la realizzazione di un sistema di videosorveglianza attiva del territorio, in particolare delle aree più a rischio di fenomeni di criminalità (2 milioni); azioni volte a favorire l’integrazione di cittadini stranieri attraverso l’attivazione di laboratori linguistici, cucina, cinematografici, musicali, artigianali sartoriali; la promozione di percorsi di orientamento al lavoro; la promozione di attività sportive; le azioni di contrasto alla dispersione scolastica, anche attraverso l’intervento di ‘insegnanti di strada’; il potenziamento dei servizi sociali a supporto delle categorie vulnerabili con specifico riferimento a donne e minori.

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

TEANO / ARCE – Omicidio Mollicone, l’ex fidanzata di Mottola smonta il suo alibi: non era con me quella mattina

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto TEANO / ARCE – E’ stata una testimonianza importante, quella fatta ieri, dall’ex fidanzata di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.