Ultim'ora
Eliana Veltre, presidente consiglio comunale Sparanise

Sparanise – Nuovo centro commerciale, tutto a gran velocità per pubblica utilità. Tanti punti da chiarire: c’è già una denuncia

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Sparanise – Può un centro commerciale diventare di pubblica utilità come se fosse un ospedale, una caserma dei carabinieri, un ponte, una qualsiasi opera pubblica? Sì, a Sparanise si può. Anzi, si deve! Almeno questo potrebbe dedursi leggendo alcuni atti assunti dal municipio guidato dal “creativo”(nel senso che produce molte decisioni creative) sindaco Salvatore Martiello.
La costruzione di un nuovissimo centro commerciale nella primissima periferia di Sparanise, su un terreno non lontano dall’ex tabacchificio, è un progetto intorno al quale stanno già nascendo una serie di polemiche. Secondo qualche consigliere di opposizione si sarebbe già infranta qualche regola, tanto da presentare dettagliato esposto alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere. Saranno gli investigatori, quindi, a chiarire i dubbi sollevati dal consigliere di minoranza e decidere se tutto rientra nei canali della legalità oppure no. Tuttavia alcune cose sembrano davvero curiose come la “velocità” con cui la vicenda arriva all’ordine del giorno del consiglio comunale; oppure come la super rapidità con cui la società  proponente nasce,  presenta domanda ed ottiene approvazione. Addirittura l’impresa – una srl – avrebbe presentata richiesta al comune qualche giorno prima della sua iscrizione alla camera di commercio. E’ come se un calciatore segnasse prima di entrare in campo.

I fatti:
Era il 16 giugno 2017 quando venne notificato ai consiglieri comunale un ordine del giorno aggiuntivo per il consiglio che si sarebbe svolto il giorno dopo, cioè il 17 giugno 2017 con allegata proposta di deliberazione.  Nella proposta si chiede al consiglio di dichiarare di pubblica utilità un complesso commerciale su richiesta pervenuta da società denominata la Perla Calena srl in data 13 giungo 2017.
E già qui nascono le prime domande:  La società ha presentato richiesta il 13 giugno 2017, la stessa società è costituita il giorno 08 giungo 2017, mentre si iscrive alla Camera Commercio il 14 giugno 2017. Una rapidità inimmaginabile per le persone normali.
Come mai il presidente del consiglio comunale di Sparanise, Eliana Veltre, asseconda tanta “velocità”? Perché non è stata motivata l’immediata eseguibilità del deliberato?
Ma c’è un altro dettaglio che rende la questione “appetitosa” (per le persone curiose): l’amministratore delegato della Perla Calena è di Falciano del Massico, stesso comune dal quale proviene il tecnico comunale (in quel periodo) di Sparanise.

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Alife / Piedimonte Matese – Poliziotto aggredito e picchiato, due fratelli sotto processo

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Alife / Piedimonte Matese – Nulla di fatto, il processo è fermo. Un testimone chiave …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.