Ultim'ora

Sessa Aurunca – Festa della Madonna del Mirteto e Indulgenza Plenaria: centinaia di fedeli a S. M. Valogno

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Sessa Aurunca (di Giovanna Cestrone) – Anche oggi la comunità di Santa Maria Valogno si appresta a vivere uno dei momenti più sacri dell’anno. Ogni 16 Febbraio infatti è previsto l’arrivo di centinaia di pellegrini che accorrono nel bellissimo Santuario della Vergine del Mirteto per ottenere l’Indulgenza Plenaria. Per capire la sacralità di questo giorno, bisogna andare a ritroso nei secoli. Intorno all’anno 1000 una pastorella sordomuta, mentre portava il suo gregge al pascolo, si accorse che mancava una capretta. Preoccupata, andò a cercarla. Avvistatala da lontano, iniziò a tirarle dei sassolini per richiamarla, ma la capretta era impassibile. Arrivata nelle vicinanze, la vide come impietrita fissare una pianta di mirto (per gli Ebrei il mirto era simbolo di Grazia divina, pace e gioia). La pastorella, incuriosita dal comportamento della capretta, si avvicinò e, guardando nella stessa direzione, vide uscire dai ramoscelli del mirto un bagliore di luce. Presa da un sacro timore, elevò la sua preghiera alla Vergine a cui era tanto devota. Quando finì l’estasi, vide sotto la pianta di mirto un quadro raffigurante la Vergine Assunta e iniziò a pregare ad alta voce. Fu così che si accorse di aver riacquistato miracolosamente la voce. La giovinetta, commossa ed in lacrime, si avvicinò, prese il quadro e lo portò in paese raccontando a tutti ciò che era accaduto. Il popolo, entusiasta, volle fare di quella data una ricorrenza di festa. Anni dopo, il 23 Luglio del 1139, Papa Innocenzo II, si scontrò nel territorio di Galluccio con Ruggiero II il normanno. Sconfitto, si rifugiò con i suoi presso il parroco di S.Maria a Valogno. Tornato a Roma e grato della generosa ospitalità ricevuta, felice della forte e sincera devozione che il popolo del luogo nutriva per la Madonna, il Papa volle premiare la parrocchia concedendo l’Indulgenza per il 16 febbraio. Tanti i pellegrini attesi per oggi nel Santuario della frazioncina. Sono previste Sante Messe, Rosari recitati, momenti di preghiera e riflessione. Nel tardo pomeriggio i fedeli accorsi da ogni parte del territorio, potranno partecipare alla Via Crucis e alla Fiaccolata. Chi assisterà alla celebrazione della Santa Messa e riceverà l’Eucaristia, potrà beneficiare dell’Indulgenza Plenaria.

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

TEANO / ARCE – Omicidio Mollicone, l’ex fidanzata di Mottola smonta il suo alibi: non era con me quella mattina

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto TEANO / ARCE – E’ stata una testimonianza importante, quella fatta ieri, dall’ex fidanzata di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.