Ultim'ora
Il maresciallo Palazzo ha condotto le indagini sul caso

VAIRANO PATENORA – Spaccio di droga, a giudizio i vertici del gruppo: vicina la sentenza

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

VAIRANO PATENORA – Si avvia a conclusione il processo di primo grado a carico di tre persone, imputate del reato di spaccio di droga, ritenute la punta di spicco del gruppo di spacciatori disarticolati dall’indagine dei carabinieri di Vairano Scalo, guidati dal maresciallo Palazzo. Nella prossima udienza, quella fissata fra qualche settimana, saranno ascoltati gli ultimi testimoni d’accusa. Subito dopo potrebbero essere sentiti gli stessi imputati e quindi dichiarato chiuso il dibattimento. Il processo in corso riguarda solo tre persone: Valentino Fusco 23enne, Francesca Daniele 24enne e Aniello Galdiero 36enne.  L’attività investigativa, attraverso il monitoraggio delle “piazze di spaccio” individuate nei comuni di Vairano Patenora e Piedimonte Matese e comuni limitrofi, ha consentito di documentare numerose cessioni delle diverse tipologie di stupefacenti, in alcuni casi anche a studenti di scuole superiori della zona.  E’ stato inoltre possibile tracciare i canali di rifornimento dello stupefacente da parte degli indagati, che sistematicamente, con cadenza settimanale, si recavano nel napoletano, ed in particolare nella zona di Acerra, dove si approvvigionavano di hashish e marijuana.

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Caserta – Coronavirus, focolaio in casa di riposo: 2 anziani morti e 10 contagiati

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Caserta – Attualmente la situazione è sotto controllo, tuttavia l’allarme è altissimo e le autorità …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.