Ultim'ora

SESSA AURUNCA – “Nessun Parli…” Il 21 novembre una giornata di “Musica e arte oltre la parola”

SESSA AURUNCA (di Ludovica Ambroselli) – Sono 1350 le scuole di tutta Italia che hanno aderito all’iniziativa “Nessun parli”. Un progetto per valorizzare la musica e le altre arti, anche nella loro declinazione digitale, come elementi centrali della pratica educativa nelle nostre scuole. Circa 675.000 ragazzi coinvolti in questo particolare giorno di scuola, che vedrà la musica e l’arte protagoniste oltre la parola. A Sessa Aurunca l’iniziativa è stata abbracciata dal Convitto Nifo, la scuola media e il liceo musicale, diretto da Giovanni Battista Abbate. I ragazzi, infatti, dovranno “solo” cantare, suonare, e lo faranno in una location straordinaria: Valogno, il borgo d’arte noto per i suoi splendidi murales. Dalle h 10, in diretta streaming con il MIUR, mentre i ragazzi suoneranno da Valogno, una rappresentanza dei giovani musicisti condividerà l’evento a Roma, insieme agli artisti che si esibiranno nel Palazzo dell’Istruzione in viale Trastevere. I giovani musicisti del Nifo, selezionati per rappresentare le scuole della Campania, suoneranno insieme a personaggi come Peppe Servillo, Paolo Fresu, Mogol, Giovanni Sollima e Paolo Damiani che ne è il direttore artistico. Tutti i gli studenti sono stati preparati e coordinati dalla prof.ssa C. Forgione e da tutto il pull di docenti di strumento che sostengono a pieno titolo l’iniziativa e che martedì, a scuola animeranno laboratori di creatività musicale e artistica. Con l’occasione i ragazzi coinvolti visiteranno il Borgo accompagnati dalla docente M. Mitrano, e avranno modo di ammirare i murales e uno degli ultimi scalpellini all’opera, di visitare una delle cantine a grotta più antiche del Borgo e un piccolo museo della civiltà Contadina di Valogno allestito a casa di Zio Raffaele. Inoltre Maddalena Mazzeo, biologa e nutrizionista, terrà una lezione sul valore nutrizionale degli alimenti e dei prodotti tipici del Territorio. Accompagnatori d’eccezione saranno Dora e Giovanni, gli animatori del borgo. Il punto di raccolta sarà presso “La Bucolica” in via palazzo numero 5. L’invito a partecipare a questo evento unico nel suo genere è esteso a tutti coloro che liberamente vorranno partecipate, per vivere insieme qualche ora all’insegna dell’arte a tutto tondo. “Il Borgo d’Arte è Patrimonio della Comunità” racconta Giovanni Casale,  “sarà un viaggio tra il passato del borgo, i mestieri antichi e i miti, leggende, fiabe e sogni, raccontate dai colori dei maestri muralisti”. Così tra storia, musica e arte, i ragazzi cattureranno foto e video per realizzare un montaggio in diretta che poi parteciperà al concorso nazionale “Il mio nessun parli”. Un successo annunciato. Ora bisogna lavorare perché il “Nessun parli” superi se stesso e raggiunga i decisori politici affinché la musica e l’arte siano finalmente per tutti.

Guarda anche

Sessa Aurunca – Si capovolge col trattore e resta bloccato per ore, agricoltore 70enne grave

Sessa Aurunca – La prognosi non ancora è stata sciolta. La prudenza dei medici è …