Ultim'ora
L'aula consiliare vuota. A sinistra si nota solo il consigliere Verrengia

Sessa Aurunca – Residui Attivi “non esigibili”: l’opposizione scrive al Collegio dei Revisori

Sessa Aurunca – Dopo la dichiarazione del Sindaco Silvio Sasso sulla non esigibilità dei Residui attivi, da lui rilasciata durante l’ultimo consiglio comunale il cui ordine del giorno era incentrato sullo strumento contabile, i Consiglieri di opposizione Domenico Bevellino, Maria Teresa Sasso, Mario Truglio e Alberto Verrengia, hanno inviato una segnalazione al Collegio dei Revisori dei Conti e per conoscenza alla Corte dei Conti e al Sindaco stesso, in cui esprimono le proprie opinioni al riguardo. Questo il contenuto: “È compito di una opposizione seria e leale informare gli organi competenti di ogni circostanza particolarmente rilevante che si appalesi in materia contabile. A tal proposito si evidenzia che le SS.LL. nella Relazione relativa all’assestamento generale di bilancio e salvaguardia degli equilibri per l’esercizio 2017, così come in tutti i pareri precedentemente redatti, hanno, in maniera chiara ed inequivocabile, incitato l’Amministrazione a porre immediatamente in atto azioni concrete per la riscossione dei residui attivi reputati esigibili. Già nella seduta del 28/07/2017 relativa all’Approvazione del rendiconto di gestione esercizio finanziario 2016, il Gruppo consiliare Angelo Vassallo, nel motivare il proprio voto contrario, aveva posto l’accento sulla questione “residui”, sottolineando che tale problematica, unita alla scarsa capacità di recupero dell’evasione tributaria e dei canoni di locazione, avrebbe dovuto consigliare l’Amministrazione ad assumere decisioni anche estreme. Durante il Consiglio comunale svoltosi il 6 Settembre u.s. (convocato anche a seguito di diffida prefettizia) per discutere circa “l’assestamento generale di bilancio e salvaguardia degli equilibri per l’esercizio 2017″, il capogruppo di Generazione Aurunca, Avv. Alberto Verrengia procedeva, nel suo intervento, a reiterare la richiesta di riscossione dei residui attivi esigibili. Per tutta risposta, nella sorpresa generale, il Sindaco Silvio Sasso ha pubblicamente dichiarato che gran parte dei residui attivi (i crediti) postati in bilancio non sarebbero stati più riscuotibili (cfr verbali seduta 06\09\17). Ci siamo, nell’immediato, astenuti dal procedere ad una azione di denuncia, essendosi consumata una dichiarazione ufficiale e, dunque, un’ammissione di reato di falso in bilancio da parte del Primo Cittadino, ahinoi, non confutato dall’Assessore alle Finanze. E’ ora opportuno che il gentile Collegio sia messo al corrente di tale, grave, ammissione. Con tale affermazione, il Sindaco della Città ha definitivamente palesato l’impossibilità di accantonare nei prossimi documenti contabili dei residui attivi, dichiarati inesigibili durante un Consiglio comunale. In mancanza di azioni concrete, saranno adite le Autorità competenti per verificare violazioni, forzature ed illegittimità. I Consiglieri comunali Maria Teresa Sasso, Alberto Verrengia, Domenico Bevellino e Mario Truglio”.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.

Informazioni su giovannacestrone

Guarda anche

TEANO – Scuola San Marco, sotto la pressione della minoranza l’assessore Laurenza afferma: tutta colpa della dirigente scolastica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.
Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.