Ultim'ora
Maria Tino e il suo assassino, Massimo Bianchi

Dragoni – Donna uccisa in piazza, Bianchi sta male: dal carcere all’ospedale

Dragoni – L’assassino di Maria Tino no sta bene, avrebbe gravi problemi di salute tanto che sarebbe stato trasferito dal carcere di Santa Maria Capua Vetere all’ospedale di Caserta. Qui dovrà ricevere le cure necessarie. Emergono i primi dettagli, terribili, sul delitto passionale avvenuto poche settimane fa nel centro storico di Dragoni. Contrariamente a quanto detto nell’immediatezza dei fatti, Maria Tino non è stato uccisa con tre colpi di pistola al petto. Infatti, l’esame medico legale avrebbe accertato due colpi al petto, in prossimità del cuore e un terzo colpo alla testa. Pare probabile, quindi, che Massimo Bianchi, dopo aver esploso due colpi di pistola al petto di Maria, abbia esploso il colpo di grazia, il terzo, alla testa.  Una esecuzione in piena regola, fatta con freddezza assoluta, degna del miglior killer. Ma non basta. L’assassino di Maria ha atteso sul posto che la donna spirasse per chiuderle gli occhi. Poi si è consegnato ai carabinieri confessando il delitto

© Paesenews.it Tutti i diritti sono riservati . Riproduzione vietata di ogni contenuto salvo diversa autorizzazione della redazione del nostro portale. Le pubblicita' sotto forma di banner sono sponsorizzate.
Condividi questo articolo:

    Guarda anche

    TEANO – Rifiuti e cittadini indisciplinati, blitz dei vigili urbani: otto multati. Barra dichiara guerra ai trasgressori

    Stampa ArticoloTEANO –  Nei giorni scorsi sono state elevate otto contravvenzioni da parte del locale ...

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Protezione anti-spam Scrivi il numero mancante: Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.