Ultim'ora

TEANO – Spaccio di droga, 14 giovani sotto processo: ecco cosa è accaduto

TEANO  – Spaccio di droga nell’Alto Casertano, fino a Sessa Aurunca,  è partito il processo a carico di numerosi giovani di Teano. Nella prima udienza, quella celebrata oggi, 18 maggio 2017, è stato ascoltato – in qualità di testimone dell’accusa – il capitano dei carabinieri che ha condotto le indagini sul caso. Si tornerà in aula il prossimo mese di giugno, per ascoltare altri testimoni.
Sono quattordici  le persone di  Teano, coinvolte in una più vasta operazione antidroga della Procura di Santa Maria Capua Vetere. Dovranno affrontare il processo Paride Corso, Maria Musella, Ilario De Simone, Antonio Cocozza, Pilotti Antonio alias ‘smicol’, Storti Giuseppina e di Lucia Marco alias ‘Il casertano’,   Domenico Loffredo, Daniele Parrillo, Dario Di Lucia, Marisa Compagnone, Gerardo Corso, Luigi Zona, Mirko Mottola. La vicenda nasce da indagini condotte dai carabinieri della compagnia di Sessa Aurunca che hanno potuto appurare la strategia criminale condotta dalla banda guidata da un giovane di marzano Appio, deceduto durante un tragico incidente, durante la fase di indagine. Il gruppo era attivo da molto tempo, le indagini sono scattate nel 2014 e sono sfociate nell’operazione di alcune settimane fa. Ad accusare gli indagati ci sono le testimonianze di alcuni dei consumatori di droga.  L’inchiesta ha evidenziato un degrado sociale fortissimo in una vasta area compresa fra i comuni di Sessa, Roccamonfina, Marzano Appio, Teano e Pietramelara. Fra gli assuntori di droga tanti giovani e giovanissimi.

_ © Paesenews.it Tutti i diritti riservati . Riproduzione vietata di ogni contenuto salvo diversa autorizzazione della redazione del nostro portale. La pubblicita' sotto forma di banner sono sponsorizzate.
Condividi questo articolo:

    Guarda anche

    Dragoni – Elezioni Comunali, Miranda: ecco perché ho scelto di ricandidarmi (il video)

    Stampa ArticoloDragoni – Mariella Miranda, consigliere comunale uscente, ha deciso di ricandidarsi per chiedere agli ...

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Protezione anti-spam Scrivi il numero mancante: Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.