Ultim'ora

Maddaloni – Problemi al collettore fognario: strade allagate e continui disagi. Richiesto lo stato di emergenza

Maddaloni – I cittadini lamentano l’allagamento delle strade, campi e abitazioni provocate dal collettore fognario ex casmez, a causa della pioggia. I comuni interessati sono Maddaloni, Forchia, Arienzo, San Felice a Cancello, Santa Maria a Vico, Cervino e Acerra. Poiché la situazione sta diventando insostenibile per i cittadini, la federazione trasporti della provincia di Caserta, ha scritto una lettera indirizzata ai sindaci dei comuni interessati, al presidente della Regione Campania De Luca,  al Presidente della Provincia Magliocca e alla Prefettura di Caserta.

“Le scriventi sono a denunciare le problematiche derivanti dal Collettore fognario in oggetto, che ci vengono segnalate dai cittadini residenti nei comuni interessati. Infatti lamentano il continuo allagamento delle strade, dei campi e delle case, susseguente a costantemente a qualsiasi evento meteorico, caratterizzato anche da precipitazioni brevi ma intense. Gli effetti sono molto gravi per le ricadute sulla pubblica e privata incolumità, in praticanla quasi totalità delle arterie: la SS 7 di Via Appia  (da Maddaloni, S. Maria a Vico, San Felice a Cancello e tutti gli altri comuni in indirizzo) e l’ex provinciale Nola-Caserta fino a San Felice a Cancello e Acerra, si ritrovano allagate, con la formazione di vasti acquitrini formate da acque reflue che inghiottono sia i campi coltivati che le strade. Condizioni preoccupanti che abbiamo anche noi avuto modo di verificare, sono tali che davvero sembrano strade del terzo Mondo e forse per puro caso o fortuna, ad oggi non sono accorsi incidenti mortali. Una situazione permanente al di là del ciclo delle stagioni che si verifica in occasione degli acquazzoni estivi e che diventa permanente in tutto il periodo invernale. Occorre che tutte le parti in causa, ognuno per le sue competenze e responsabilità, pongano una volta per tutte rimedio a tali problematiche nell’interesse della sicurezza e della salute dei cittadini. Riteniamo che debba essere riconosciuto lo stato di emergenza per queste arterie, viste le condizioni che determinano ad ogni singola precipitazione. Da nostre conoscenze, in una delle audizioni della Commissione Ambiente, Energia e Protezione Civile dello scorso 23 novembre 2017, tale problematica seppur discussa nelle varie articolazioni, non ha poi ricevuto seguito per una progettazione e un relativo finanziamento che eliminasse le problematiche derivanti dallo stesso collettore fognario. Con la presente si chiede con assoluta celerità che la prefettura convochi con urgenza tutte le parti interessate ed in indirizzo, in modo da eliminare rischi e pericoli a cui cittadini e residenti dei Comuni interessati sono sottoposti da anni.”

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati . Riproduzione vietata dei contenuti salvo diversa autorizzazione della redazione. Le pubblicità sotto forma di banner sono sponsorizzate.

Guarda anche

Alife – Imprenditore scomparso, Salvatore partito verso Napoli. Forzato l’ingresso del suo negozio

Alife – Un testimone avrebbe visto l’imprenditore scomparso salire sul treno per Napoli. Gli investigatori …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.