Ultim'ora
foto di repertorio

Alife – Giovane imprenditore cade dalla scala e batte la testa, primi segnali positivi. Ma la situazione resta grave

Alife – Arrivano i primi segnali positivi dall’ospedale di Caserta, il giovane imprenditore vittima di un incidente sul lavoro, avvenuto alcuni giorni fa, avrebbe mostrato qualche tenue segnale positivo. Non è molto, tuttavia è positivo. Così, mentre la situazione complessiva resta grave e quindi i medici restano prudentissimi, la comunità continua a stringersi intorno alla famiglia del giovane imprenditore precipitato da una scala sulla quale stava lavorando. Nella caduta – secondo alcune indiscrezioni raccolte in paese – Federico S. avrebbe riportato un trauma cranico con conseguente ematoma alla tempia destra. Proprio su questa parte della testa i medici avrebbero eseguito un primo intervento. Poi, alcune ore dopo, considerata la situazione critica, gli stessi medici sarebbero intervenuti nuovamente, con un intervento tecnicamente simile, su un altro punto del cranio. Ora c’è solo da sperare e pregare che tutto possa risolversi nel migliore dei modi. L’intera comunità di Alife prega per Federico.

Leggi anche:

Alife – Incidente sul lavoro, gravemente ferito imprenditore. Doveva sposarsi a dicembre

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati . Riproduzione vietata dei contenuti salvo diversa autorizzazione della redazione. Le pubblicità sotto forma di banner sono sponsorizzate.

Guarda anche

Piedimonte Matese – Olimpiadi di informatica, prima partecipazione per gli alunni dell’ISISS Piedimonte Matese

Piedimonte Matese – Sono quattro prove… nelle quali bisogna svolgere esercizi di logica e di programmazione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.