Ultim'ora
foto di repetorio

ALIFE / SAN POTITO SANNITICO – Picchia l’elettricista, sotto processo imprenditore: il testimone conferma le accuse

ALIFE / SAN POTITO SANNITICO – Il testimone, nell’udienza di oggi, ha confermato, in sostanza, le accuse contro l’imputato. Ferite alla fronte  e al viso, traumi in altre parti del corpo tanto che furono necessarie le cure dei medici presso il pronto soccorso dell’ospedale di Piedimonte Matese. La vittima, un elettricista di Alife, stava effettuando un sopralluogo tecnico presso la piscina comunale di Piedimonte Matese. Il gestore dell’attività pretendeva, invece, l’immediata esecuzione dei lavori. Al rifiuto dell’artigiano, il gestore dell’impianto sportivo perse il controllo scagliando contro l’elettricista colpendolo con pugni e calci.  Per questa ragione è finito a giudizio presso il tribunale di Santa Maria Capua Vetere, con l’accusa di minacce e lesioni, l’imprenditore di San Potito Sannitico, Nicola De Luca. Secondo l’accusa, avrebbe minacciato e poi preso a calci e pugni un elettricista che stava eseguendo dei lavori che non avrebbero soddisfatto lo stesso De Luca. La vittima, Giovanni Carlo Macchiarelli (difeso dall’avvocato Roberto Vitelli), procedeva a citare in giudizio l’aggressore. Si tornerà in aula nel prossimo  febbraio per ascoltare i testimoni della difesa

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati . Riproduzione vietata dei contenuti salvo diversa autorizzazione della redazione. Le pubblicità sotto forma di banner sono sponsorizzate.

Guarda anche

Gioia Sanntica – Fondo salva Stati, raccolte di firme della Lega

Gioia Sannitica  – Oggi nel centro del Matese gli attivisti della Lega di Salvini hanno …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.