Ultim'ora

Arrotondare lo stipendio: gli Italiani cercano nuovi modi per guadagnare

Ma chi lo ha detto che gli Italiani sono dei nulla facenti? Secondo recenti studi, la maggior parte degli abitanti del Bel Paese cerca di darsi da fare con lavori extra per arrotondare lo stipendio. Del resto, dopo la lunga crisi che ha minato lo Stivale e che presenta ancora diversi strascichi, le persone cercano di essere previdenti e di accumulare denaro il più possibile, in modo da non trovarsi in difficoltà in caso di ricadute.

Ad attivarsi sono soprattutto i giovani che, all’impiego tradizionale, cercano di accostare altre attività redditizie, in modo da mettere in banca qualche soldo in più. Del resto, non bisogna dimenticare che i prezzi dei beni di consumo e dei servizi sono in costante aumento, mentre gli stipendi sembrano rimanere inalterati.

La prima cosa a cui pensano coloro che sono alla ricerca di un impiego ulteriore a quello principale è internet. Tuttavia, è importante fare attenzione, in quanto non è tutto oro quello che luccica. Di fatto, è meglio diffidare dai siti che propongono guadagni milionari, poiché si tratta di vere e proprie truffe che portano a perdere molto denaro e a nessun tipo di guadagno.

Tante soluzioni per guadagnare soldi extra

La maggior parte degli Italiani, soprattutto quelli laureati, si propongono per lezioni private di ogni tipo. In alcuni casi è possibile guadagnare bene, in particolare se si gode di una formazione scientifica. Tuttavia, c’è anche chi punta a qualcosa di più stravagante, come le comparsate in tv, prendendo parte al cosiddetto “pubblico parlante” o alle pubblicità.

Si tratta di lavori saltuari perfetti per chi ha un’attività principale. Certo, in questo caso è meglio trovarsi a Roma o a Milano, dove ci sono gli studi televisivi. Chi è abile in cucina spesso si cimenta, invece, in cene, pranzi e buffet a domicilio, soprattutto per eventi particolari. Tuttavia, c’è anche chi tenta la strada del divertimento, dimostrando una certa Voglia di Vincere giochi casinò online.

Ovviamente, in questo caso le probabilità di guadagnare sono più altalenanti, ma si ha la possibilità di mettersi alla prova e, con un po’ di fortuna, anche di arrivare ad aggiungere qualcosa al proprio patrimonio personale. L’importante è darsi un limite e giocare in maniera responsabile.

Altre possibilità di guadagno attuate dagli Italiani

Molti Italiani, traendo ispirazione dagli Americani, tentano anche di vendere le cose che non utilizzano più, non solo prendendo parte ai mercatini delle pulci, ma anche attivandosi sul web. Questo sistema permette di guadagnare, ma anche di eliminare gli oggetti obsoleti, così da avere la casa sempre ordinata e pulita. Tuttavia, non mancano le persone dotate di abilità manuali che si prestano alla realizzazione di lavoretti, come bomboniere, ricami e quant’altro.

In questo modo riescono a dare sfogo anche alle proprie doti artistiche, che nella vita di tutti i giorni tendono ad essere limitate. Infine, gli abitanti dello Stivale che hanno buone competenze informatiche si dedicano spesso alla creazione di applicazioni o a testare programmi software. Del resto, in un mondo in cui tutto è sempre più tecnologico, questo genere di attività sono molto richieste e possono risultare anche divertenti e stimolanti.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati . Riproduzione vietata dei contenuti salvo diversa autorizzazione della redazione. Le pubblicità sotto forma di banner sono sponsorizzate.

Guarda anche

Godaddy sponsor di WordCamp Verona 2019 Si terrà l’11 e 12 ottobre l’evento dedicato a WordPress

Verona è pronta ad ospitare un appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati di WordPress, la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.