Ultim'ora

MIGNANO MONTE LUNGO – La scuola Fuoco rende omaggio alla città, emoziona ed entusiasma

MIGNANO MONTE LUNGO (di Nicolina Moretta) – Sabato sera, 15 Giugno 2019, la scuola primaria “Francesco Fuoco” di Mignano Monte Lungo ha reso omaggio alla città con uno spettacolo unico e inusitato, che ha emozionato ed entusiasmato e dato lustro a tutta alla città; si è svolto nel cortile
del Castello Ettore Fieramosca, simbolo storico che il sindaco Antonio Verdone ha riportato all’antico splendore come centro sociale e culturale del luogo. Lo spettacolo è stato la manifestazione finale del progetto scolastico:”C’era una volta un Castello” che ha avuto come responsabile la Maestra Sonia Caparco, ma che è stato realizzato da tutte le maestre della scuola primaria “Fuoco”, dagli studenti e dai collaboratori scolastici. E’ stato presentato al folto pubblico la riproduzione in piccola scala del Castello Ettore Fieramosca da loro realizzato e il pubblico è stupito
per la veridicità del lavoro svolto che ha riprodotto fedelmente il Castello, fin nei minimi particolari. Ma è stata tutta la coordinazione e la realizzazione dello spettacolo che hanno reso l’idea di una
scuola viva che cresce e vuole far crescere la comunità che la circonda. Maestre e alunni in costumi d’epoca; la fiaba, magistralmente declamata dall’attore Mino Sferra; la poesia dedicata a tutte le colleghe e agli alunni, dalla maestra Ivana Addesso; i bambini di quinta che hanno ricordato il fascino della storia vissuta dal Castello; l’angolo dei mestieri del tempo passato, come: cardare la
lana, fare gli gnocchi, il pane, l’orto; la posa simbolica della messa dei mattoncini sul Castello in miniatura da parte del primo cittadino Verdone, del capo d’istituto Monica Sassi, e dalla maestra Ivana. Speaker dalla serata la Maestra Sonia che nei saluti finali ha ringraziato tutte le colleghe per il loro impegno profuso instancabilmente e rivolto un saluto alla compianta Maestra Marilena De
Fusco, che certamente ha guardato lo spettacolo dal Cielo. Spettacolo che ha inorgoglito anche la scrivente nel senso di appartenenza alla categoria delle maestre; per l’originalità, nel presentare
una formula nuova di spettacolo che ha “abbracciato” la realtà storica, ma allo stesso tempo anche la contemporaneità, colandosi nel tessuto sociale e coinvolgendolo con uno spettacolo creativo, dove le maestre, con modestia e professionalità, assieme agli alunni, ne sono stati autori e attori.
©Paesenews.it Tutti i diritti riservati . Riproduzione vietata dei contenuti salvo diversa autorizzazione della redazione. Le pubblicità sotto forma di banner sono sponsorizzate.

Guarda anche

Napoli / Caserta – Bimba uccisa dal padre, oggi i funerali di Ginevra. Lutto cittadino

Napoli / Caserta – Oggi l’ultimo saluto alla piccola Ginevra, la bimba uccisa dal papà, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.