Ultim'ora

Venafro / Pratella – Uccise il padre della collega, infermiera condannata a 30 anni di carcere

Venafro / Pratella – E’ stata appena pronunciata la sentenza sul processo per l’omicidio di un anziano, ucciso in ospedale con l’acido cloridrico da un’infermiera. Anna Minchella, è stata condannata a 30 anni di carcere: accolta in pieno la richiesta del Ministero e delle Parti Civili. Anna Minchella infermiera dell’ospedale di Venafro ha ucciso – utilizzando dell’acido – un paziente di Pratella, Celestino Valentino, 76enne, padre di una sua collega di corsia. Lo avrebbe fatto per “punire” l’altra infermiera “colpevole” di non essere stata trasferita all’ospedale di Isernia. Presenzano è il paese natale di Anna Minchella. Dopo il matrimonio si trasferisce a Ciorlano, paese del marito. Alcuni anni fa, poi, la coppia comprò casa a Venafro e si trasferisce nel vicino Molise. Per esigenze familiari, tuttavia, Minchella e la sua famiglia ritornano a vivere a Ciorlano. La comunità di Ciorlano è incredula: tutti dipingono la famiglia Minchella come una famiglia normale, dedita al lavoro, serena. La famiglia della vittima, costituita parte civile, è stata difesa dall’avvocato Ernesto De Angelis

©Paesenews.it Tutti i diritti riservati . Riproduzione vietata dei contenuti salvo diversa autorizzazione della redazione. Le pubblicità sotto forma di banner sono sponsorizzate.

Guarda anche

Teano – Visita al museo, la criminologa Bruzzone: mai detto quelle parole

Teano –  “Preciso che io non ho mai riferito alla Coppola nessuna delle frasi a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.