Ultim'ora
foto di repertorio

TEANO – Spaccio di droga, quattordici giovani sotto processo: lo sciopero ferma l’udienza

TEANO –  Spaccio di droga, saltata l’udienza del processo a carico di 14 persone ritenute responsabili di gestire una piazza di spaccio. E’ stato l o sciopero degli avvocati a costringere il giudice a spostare l’udienza al prossimo mese di giugno. Sono sotto processo Paride Corso, Maria Musella, Ilario De Simone, Antonio Cocozza, Pilotti Antonio alias ‘smicol’, Storti Giuseppina e di Lucia Marco alias ‘Il casertano’,   Domenico Loffredo, Daniele Parrillo, Dario Di Lucia, Marisa Compagnone, Gerardo Corso, Luigi Zona, Mirko Mottola.
La vicenda nasce da indagini condotte dai carabinieri della compagnia di Sessa Aurunca che hanno potuto appurare la strategia criminale condotta dalla banda guidata da un giovane di Marzano Appio, deceduto durante un tragico incidente, durante la fase di indagine. Il gruppo era attivo da molto tempo, le indagini sono scattate nel 2014; ad accusare gli indagati ci sono le testimonianze di alcuni dei consumatori di droga in una vasta area compresa fra i comuni di Sessa, Roccamonfina, Marzano Appio, Teano e Pietramelara. Nel collegio difensivo figurano, fra gli altri, gli avvocati Ciro Balbo, Dario Mancino, Ernesto de Angelis e Fabrizio Zarone.

©Paesenews.it Tutti i diritti riservati . Riproduzione vietata dei contenuti salvo diversa autorizzazione della redazione. Le pubblicità sotto forma di banner sono sponsorizzate.

Guarda anche

Sessa Aurunca – Controlli dei Carabinieri nei negozi di Baia, scattano sanzioni amministrative

Sessa Aurunca – Controlli a tappeto da parte dei Carabinieri di Baia Domizia e del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.