Ultim'ora

Teano – Venerdì 17 maggio un convegno sulla consapevolezza dell’autismo

Teano Come gestire i bambini affetti da autismo, e quali sono i percorsi migliori per avviarli a una vita il più possibile autonoma? È ciò su cui ci si confronterà in un interessante convegno sulla consapevolezza dell’autismo che si terrà venerdi 17 maggio prossimo alle ore 9.30 nella sala del loggione a Teano. E  dove il bene più prezioso è l’esperienza. Perché non sono rare le notizie di bambini isolati perché problematici e difficili da gestire, e la filosofia dell’inclusione di queste persone nella scuola incontra non poche difficoltà, per non parlare della loro vita da adulti, quando il sostegno delle famiglie può venire a mancare. Il convegno intitolato ”Nel mio centro… tutto il resto è sfondo”,  è organizzato dall’Istituto Comprensivo Statale “Vincenzo Laurenza” di Teano, con il patrocinio del Comune di Teano. Durante la manifestazione sono previsti i saluti del Preside del Comprensivo,  Michele Di Tommaso, del sindaco Alfredo D’Andrea e dell’assessore alla Pubblica Istruzione di Teano Carmen Natale e del Direttore sanitario del Centro l’Incontro di Teano, Antimo Moretti, vi saranno gli interventi di Vincenzo Abate, Presidente dell’associazione “La forza del silenzio “, di Elpidio Cecere, psicologo esperto in disabilità e autismo, e della dott.sa Mariagrazia Guarino, rappresentante dell’Ufficio Scolastico Provinciale. Modera i lavori il prof. Angelo Ricciardi, referente per il sostegno e l’inclusione. Tra i presenti anche il preside del Foscolo, prof. Paolo Mesolella. Durante l’incontro su parlerà di  Qual è il compito degli insegnanti di sostegno? La formazione degli insegnanti di sostegno infatti è polivalente, e non prevede una specializzazione specifica per l’autismo. Ogni insegnante deve colmare le lacune dovute ai programmi con molto studio personale e prestare particolare attenzione non solo ai consigli del terapista, ma anche ai genitori e alle necessità specifiche per ogni singolo studente, proprio perché il Disturbo dello Spettro Autistico non prevede generalizzazioni. E poi Quali sono le strategie da adottare in classe? Innanzitutto, l’insegnante di sostegno, per favorire l’apprendimento in classe, deve creare un contesto inclusivo: il bambino con autismo deve sentirsi accolto nella sua classe. Questo fattore è fondamentale perché permette di lavorare molto sulla routine e sul comportamento dello studente, in previsione dell’adulto che sarà in futuro. Le strategie di base da adottare per risolvere questa situazione sono: restare in classe per la maggior parte delle ore scolastiche; eseguire le stesse attività dei compagni di classe, specie nel caso di autismo lieve; creare un rapporto di profonda fiducia con il bambino; avere classi molto ampie.

 

©Paesenews.it Tutti i diritti riservati . Riproduzione vietata dei contenuti salvo diversa autorizzazione della redazione. Le pubblicità sotto forma di banner sono sponsorizzate.

Guarda anche

Giano Vetusto / Rocchetta e Croce / Calvi Risorta –  Esplode bomba della II guerra mondiale, feriti due operai forestali

Giano Vetusto / Rocchetta e Croce  / Calvi Risorta – Due operai della comunità Montana …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.