Ultim'ora
Municipio di Pietramelara

PIETRAMELARA – Municipio, alla Gisec mancano 500mila euro: blitz della finanza

Pietramelara – Pochi giorni fa i finanzieri del nucleo operativo di Caserta hanno fatto visita nel municipio di Pietramelara. Avrebbero chiesto di provare il versamento delle somme dovute alla Gisec.  Il periodo sotto esame è quella compreso fra il 2012 e il 2016. La somma si aggirerebbe intorno ai 500mila euro. Per i fatti in esame, relativamente al periodo, il responsabile dell’area finanziaria era il ragioniere Bruno Smaldone, da qualche anno in pensione. Ora l’amministrazione comunale dovrà certificare l’avvenuto trasferimento dei fondi (una quota della Tari) alla Gisec. Oppure spiegare le ragioni dell’omesso versamento. La vicenda potrebbe avere presto sviluppi.
La GISEC è la società per la Gestione Impianti e Servizi Ecologici Casertani. E’ costituita ai sensi dell’articolo 20 della L.R. n. 4/2007, così come modificata dalla L.R. n. 4/2008, con l’obiettivo di gestire il ciclo integrato dei rifiuti nella provincia di Caserta. Socio Unico della GISEC è la Provincia di Caserta.  Alla GISEC sono assegnati tutti i compiti e le attività connesse alla gestione delle fasi di smaltimento dei rifiuti urbani indifferenziati, così come disciplinati dalla L. n. 26/2010 e, in particolare, anche quelli connessi alla gestione degli impianti esistenti di competenza della Provincia di Caserta già assegnati alla GISEC dal 1° Gennaio 2010 nonché quelli in via di conferimento e quelli connessi alla realizzazione degli impianti che la programmazione provinciale riterrà necessaria per il raggiungimento dell’autosufficienza provinciale nella gestione dei rifiuti solidi urbani.

©Paesenews.it Tutti i diritti riservati . Riproduzione vietata dei contenuti salvo diversa autorizzazione della redazione. Le pubblicità sotto forma di banner sono sponsorizzate.

Guarda anche

Alife – Restauro Chiesa di Santa Caterina: al via i lavori di adeguamento strutturale e funzionale dell’edificio danneggiato dal sisma del dicembre 2013

Alife – Partiti i lavori di restauro della chiesa di Santa Caterina, l’importante edificio religioso che affaccia …

2 commenti

  1. Non ho capito bene. Cosa hanno combinato questi della nuova amministrazione?. Devono pagare altri 500.000 euro? Ma cosa è successo? Perché non sento ancora i cori dei nostri amici Di Lauro Zarone zannito Masella. Dove siete ? Fatevi sentire è un occasione buona per noi.

  2. Oh no!!! anche questo. Ci mancava dopo debiti eccessivi, immondizia che non funzionava, premi ai dipendenti, area mercato, canalone, isola ecologica dissestata, poliambulatorio abbandonato, protezione civile smantellata, pignoramenti vari a iosa, strade mai riparate e oggi piene di buche, posta fatta in casa, tangenziale ecc… confermo di aver fatto bene a votare il cambiamento con questi nuovi amministratori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.