Ultim'ora

Piedimonte Matese – Comune verso il dissesto, con le nuove regole servirà vendere le proprietà comunali. “Avvoltoi” in agguato

Piedimonte Matese – Con il dissesto la città di Piedimonte Matese sarà costretta a vendere anzi a svendere il proprio patrimonio immobiliare. Infatti per far fronte al pagamento della massa debitoria. Con le nuove regole non sarà lo Stato a coprire il buco finanziario. Sarà lo stesso municipio a recuperare i soldi necessari alzando al massimo le tasse e i tributi e, se necessario, vendendo i gioielli pubblici.
“Il comune sarà tenuto a contribuire all’onere della liquidazione in particolare con l’alienazione del patrimonio disponibile non strettamente necessario all’esercizio delle funzioni istituzionali, la destinazione degli avanzi di amministrazione dei cinque anni a partire da quello del dissesto e delle entrate straordinarie, la contrazione di un mutuo a carico del proprio bilancio”.
In città già si parla degli immobili che saranno messi in vendita ovvero svenduti. Il gioiello più ambito sicuramente sarà il complesso dei Salesiani (tutti ricorderanno che il 2009 l’amministrazione Cappello riuscì a strapparlo ad alcuni imprenditori locali che avevano ottenuto già una promessa d’acquisto dagli ecclesiastici e contemporaneamente  avevano già presentato progetti per la realizzazione di villette a schiera ).
Poi potrebbe essere venduto l’ex Tribunale in piazza Cappello e l’ex Pretura in via Scorciarini Coppola. Qualche maligno aggiunge anche l’ex macello in via Caso – interamente finanziata la ristrutturazione dalla regione Campania – dove i lavori sono fermi da circa 2 anni e non si comprende il perché non vengano ripresi. Insomma ci saranno affari per qualche imprenditore scaltro. A chi farà veramente bene il dissesto?  Chi è responsabile del disastro? Si poteva evitare?

©Paesenews.it Tutti i diritti riservati . Riproduzione vietata dei contenuti salvo diversa autorizzazione della redazione. Le pubblicità sotto forma di banner sono sponsorizzate.

Guarda anche

Alife – Restauro Chiesa di Santa Caterina: al via i lavori di adeguamento strutturale e funzionale dell’edificio danneggiato dal sisma del dicembre 2013

Alife – Partiti i lavori di restauro della chiesa di Santa Caterina, l’importante edificio religioso che affaccia …

3 commenti

  1. Già fatti i giochi,Di Lorenzo ci hai inguaiato

  2. Avete dimenticato il palazzetto dello sport e la piscina “comunale”

  3. Abbene allora ex pretura invece di affittarla ai carabinieri oggi già sappiamo a chi andrà per farci un bel centro commerciale a discapito di quei poveri negozi già esistenti, e i salesiani anziché far giocare i ragazzi e avere un posto per far aggregare i giovani tutto giù con delle belle villette. Più che un dissesto mi sembra un piano ben studiato a tavolino!!!!! complimenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.