Ultim'ora

SANT’ANGELO D’ALIFE – Viabilità, al Comune neanche un centesimo di finanziamenti. La minoranza: tutta colpa dell’incapacità di Caporaso

SANT’ANGELO D’ALIFE – Sistemazione delle strade comunali, l’ente municipale di Sant’Angelo d’Alife fuori dai giochi. Dalla Regione non arriva neanche un centesimo nelle casse del comune. Per meglio dire, Sant’Angelo d’Alife, nell’elenco di tutti i progetti – finanziabili ed esclusi dai fondi – relativi ai vari enti della Campania e pubblicato dalla Regione, non compare da nessuna parte. La minoranza punta l’indice contro il sindaco Michele Caporaso. Il termine ultimo per presentare domanda ricadeva durante l’ultimo periodo dell’amministrazione Folco, quando l’attuale primo cittadino rivestiva proprio la carica di vicesindaco nonché assessore con delega ai lavori pubblici. Il capogruppo di minoranza, Massimo Pini, a nome di tutta l’opposizione consiliare punta l’indice contro di lui: “E’ davvero forte il disagio che si prova nell’assistere ad una nuova e consueta esclusione dai finanziamenti a causa di incapaci che non conoscono la politica del territorio”, afferma Pini che prosegue: “Evidentemente, gli amministratori sono presi maggiormente dal sentirsi gratificati attraverso manifestazioni nelle quali posso dare sfogo alla loro auto rappresentazione. Non a caso, i 25mila euro regalati dalla Regione per eventi socioculturali per la promozione del territorio sono stati spesi frettolosamente senza una vera idea e organizzando tra l’altro un convegno pseudo clerico – politico senza né capo né coda. Ora si viene a conoscenza che l’attuale sindaco quando era assessore ai lavori pubblici perse di vista la possibilità di ottenere un cospicuo finanziamento regionale per il rifacimento delle strade e per la loro messa in sicurezza per un totale di poco meno di 116 milioni di euro destinati alla sola provincia di Caserta perdendo una grossa opportunità per sistemare le arterie stradali del nostro paese utilizzando fondi regionali. Nello stesso tempo, oggi si adopera nel formulare un atto di indirizzo per trovare – come se già non si sapesse – un portavoce per il comune. Avete sentito bene. La giunta Caporaso ha bisogno di un portavoce che sarà pagato con i soldi dei cittadini. A questo punto ci viene da pensare: non sarebbe meglio cercare qualche consulente che vi dia una mano ad intercettare bandi regionali per ottenere finanziamenti visto che non ne siete tanto capaci? Ciò che maggiormente ci fa meraviglia – conclude Pini – è che altri comuni vicini hanno ottenuto una pioggia di finanziamenti mentre noi non compariamo neanche nell’elenco. Giusto per citarne solo qualcuno : Alvignano (800mila euro), Dragoni (due milioni e 825mila euro), Gioia Sannitica (un milione 442mila euro), Ruviano (due milioni e 775mila euro), Roccaromana (tre milioni di euro), Pietravairano (642mila euro), Baia e Latina (un milione e 415mila e 711 euro), Castel Campagnano (un milione e 500 mila euro), Pratella (1 milione e 329mila e 947 euro), Castello del Matese (tre milioni di euro), Ailano (800mila euro), Piedimonte Matese (tre milioni di euro), Gallo Matese (due milioni e 695mila e 580 euro) e tanti altri comuni del casertano che non sto qui ad elencare ma che a differenza del nostro comune avranno accesso ai finanziamenti mentre il nostro resterà a bocca asciutta”.

©Paesenews.it Tutti i diritti riservati . Riproduzione vietata dei contenuti salvo diversa autorizzazione della redazione. Le pubblicità sotto forma di banner sono sponsorizzate.

Guarda anche

VALLE DI MADDALONI / CAIVANO – Estorsione, droga e maltrattamenti, arrestato 47enne

Valle di Maddaloni – Presso la comunità terapeutica “Leo onlus”, i Carabinieri del locale comando stazione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.