Ultim'ora

TEANO – Pagina Facebook del Municipio, le precisazioni di Zanni: per ricondurre la discussione sul sentiero della verità

TEANO – Sulla vicenda legata alla pagina facebook del municipio di Teano interviene il funzionario comunale Fernando Zanni.
Su Facebook, scrive Zanni, si sta sviluppando una discussione sopra le righe, denigratoria e offensiva verso l’Amministrazione e i suoi funzionari.  Con la Deliberazione della Giunta Comunale n. 167 del 17/08/2017, il Comune di Teano ha deciso di istituire e attivare una pagina Facebook comunalecome ulteriore strumento di comunicazione Istituzionale dell’Ente”, demandando al Sindaco pro-tempore “tutti gli adempimenti finalizzati alla creazione della pagina Facebook”. Questo è ufficiale e incontrovertibile!
Ora, c’è da sottolineare, subito, che nessuno Ufficio ha mai avuto nel Comune la password o le credenziali per accedere alla pagina Facebook istituzionale denominata “CITTA’ DI TEANO-INFORMA”, dunque è falso dire che la nuova Amministrazione ha mostrato “totale disinteresse” e che “aveva condannato quella pagina all’incuria e all’abbandono digitale”, né l’ex Sindaco ha consegnato le credenziali dopo la fine del suo Mandato.
Ma allora, cosa è successo? Vediamo di ricostruire la verità, per fare in modo che il dibattito non sia governato dall’odio e dal risentimento e dalle offese gratuite. Come è stato solo ora possibile accertare, l’allora Sindaco avrebbe dovuto correttamente creare, in nome e per conto del Comune, un profilo intestato a “Sindaco di Teano” e poi creare la pagina Facebook del Comune. A fine mandato il Sindaco uscente, avrebbe dovuto consegnare le credenziali al nuovo Sindaco. Questa è la normalità e la correttezza amministrativa, sulla quale crediamo possano essere tutti d’accordo!
L’ex Sindaco, invece, ha creato la pagina istituzionale del Comune utilizzando il suo privato profilo Facebook, cosa quanto meno irrituale e censurabile. Ma anche in questo caso, avrebbe dovuto, si ritiene, dare un’autonomia di gestione alla pagina Facebook Istituzionale, nominando un altro amministratore, che poteva essere a fine mandato il nuovo Sindaco o il Segretario Comunale, conservando, dunque, alla pagina la qualità “…di strumento ufficiale di comunicazione del Comune di Teano” recedendo poi egli dalla sua gestione.  Invece, l’ex Sindaco ha pensato bene di trasformare la pagina Istituzionale del Comune in una pagina della Sua Associazione privata. Tutto qui.  Essendo i beni del Comune, come tutti sanno, non solo materiali (mobili, immobili, mobili registrati), ma anche immateriali (il Sito, la pagina istituzionale di comunicazione, etc), è fatto obbligo ai politici e ai dipendenti di tutelarli e difenderli. Ed è questo lo spirito dell’Atto di indirizzo, che su input politico viene sempre strutturato e proposto dai dipendenti, come ci insegna la divisione delle competenze!
Siamo sicuri, conclude Zanni,che ora chiarita la vicenda a monte e intermedia, sarà più facile anche, serenamente, discutere cosa fare a valle per rientrare nella legalità, senza andare a caccia di streghe”.

©Paesenews.it Tutti i diritti riservati . Riproduzione vietata dei contenuti salvo diversa autorizzazione della redazione. Le pubblicità sotto forma di banner sono sponsorizzate.
Condividi questo articolo:

    Guarda anche

    Benevento – Fotografa anziano in compagnia della giovane amichetta dell’Est, poi lo ricatta: arrestato

    Benevento: Aveva avvicinato e fotografato un anziano, che si accompagnava in macchina con una giovane …

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

    Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.