Ultim'ora

Pietramelara – Municipio, Palumbo lascia il gruppo di maggioranza: ecco le ragioni

Pietramelara – La consigliera comunale, Loredana Palumbo ha rimesso le deleghe ricevute dal primo cittadino Pasquale Di Fruscio. Inoltre la consigliera ha deciso anche di abbandonare il gruppo di maggioranza perché non più in sintonia con l’azione amministrativa del gruppo di maggioranza.

Il documento di Palumbo:
“Ho lungamente riflettuto, ma è giunto, ormai, il momento di dissociarmi pubblicamente dal gruppo di maggioranza del Consiglio Comunale. Oggi, purtroppo e per quanto mi riguarda, non sussistono più i presupposti per proseguire il mio impegno politico consiliare con questo gruppo. E  venuto meno  l’alto ideale di “condivisione” ed in ragione di tanto il mio senso di appartenenza alla compagine elettorale “vincitrice”. La decisione che oggi paleso deriva, altresì, dalla grave involuzione dell’azione amministrativa che ha posto nell’angolo la democrazia partecipata con la conseguenza che le scelte amministrative vengono dettate in base ad opportunità contingenti. Intendo, da oggi, continuare da sola il cammino politico consiliare portando avanti le mie proposte e le mie idee con la dignità e l’onestà intellettuale che mi hanno sempre contraddistinta. Questo mio è un atto dovuto nel rispetto della mia persona e di quanti mi hanno sostenuta ed incoraggiata e, soprattutto, nel rispetto dei principi democratici che dovrebbero essere posti a fondamento di un paese civile.  Auguro sinceramente, alla “maggioranza” che abbandono, di poter raggiungere gli obiettivi che ci erano comuni nel programma elettorale invitandoli a perseguire gli interessi superiori della collettività abbandonando ogni personale ambizione”.

©Paesenews.it Tutti i diritti riservati . Riproduzione vietata dei contenuti salvo diversa autorizzazione della redazione. Le pubblicità sotto forma di banner sono sponsorizzate.
Condividi questo articolo:

    Guarda anche

    Mignano Montelungo – Rievocazione storica della mietitura del grano, partita la quarta edizione (il video)

    MIGNANO MONTELUNGO (di Antonio Migliozzi) – Quarta edizione della rievocazione della mietitura del grano proprio …

    21 commenti

    1. Io sono un elettore della consigliera Palumbo e per quanti sforzi faccia non so in che cosa la maggioranza abbia posto nell’angolo la democrazia partecipata con la conseguenza che le scelte amministrative vengono dettate in base ad opportunità contingenti. Io credo che lei debba fare chiarezza a me e a quelli che l’hanno votata per andare in maggioranza su cosa concretamente sia successo. Lei veniva da una sconfitta elettorale e ha vinto grazie alla nuova scquafra con un Sindaco che ha sempre avuto il consenso della gente, ha ricevuto la delega ad andare in Conunita Nontana come vice presidente che il Sindaco aveva ottenuto per lei e per il bene del nostro Paese. Ora ci deve dire quale grave situazione ha portato questa scelta di continuare da sola il cammino politico consiliare; se ci sono stati dissidi su delle proposte, se i compagni della maggioranza hanno commesso qualcosa, se lei ha protestato contro questo qualcosa. Mica siamo a casa nostra? Mica per un capriccio si abbandona e si tradisce il mandato degli elettori? Se non ci saranno risposte io credo che la sig Palumbo abbia torto marcio. ASPETTO come un suo elettore i chiarimenti dovuti a queste domande.

    2. Siamo ad un anno di consiliatura e già si disgrega una maggioranza ampiamente voluta dalla cittadinanza pietramelarese! Questa scelta del consigliere Palumbo desta una forte preoccupazione, che dietro la sua decisione ci sia il suo più grande sostenitore nella recente campagna elettorale che nei mesi scorsi ha più volte manifestato su questa testata giornalistica on line il suo dissenso al sindaco p.t. poiché riteneva che non avesse intrapreso le scelte politiche e dico probabilmente programmate a tavolino prima dell’elezioni con il sig. Zarone. Ebbene questo modus operandi non é degno di chi si é proposto alla popolazione per la realizzazione di un programma per far rinascere il Paese devastato dagli ultimi scellerati cinque anni di amministrazione così come evidenziato da questa maggioranza dopo pochi mesi, ma che dico poche settimane. Io credo che il mandato affidato al consigliere Palumbo sia di gran levatura da non giustificare una scelta che sembra pilotata da chi non ha avuto probabilmente quello che aveva concordato prima delle elezioni. Con la sua scelta il consigliere Palumbo non solo tradisce il mandato elettorale affidatogli, ma tradisce il proprio Paese che non sarà più rappresentato da un consigliere di maggioranza presso l’ente comunità montana. Credo che la Politica sia nata come prospettiva per il bene comune e non per gli interessi del singolo, che per capricci abbia deciso su una intera popolazione che ha dato fiducia ai suoi rappresentanti. Ritengo che il consigliere Palumbo debba rimettere il mandato ed uscire dalla scena politica visto che ritiene di non dover più condividere il programma politico che ha firmato insieme a tutti i componenti della maggioranza.

    3. Antonio elettore di Palumbo che sei tanto interessato sembra che la cosa ti brucia molto quasi di persona come se fosse vietato dissentire contro il sindaco e l’amministrazione sei informato cosi male che attribuisci meriti e cariche conquistate che invece erano già occupate e sono state lasciate libere dalla precedente amministrazione alla comunita montana non come affermi avute per meriti da Di fruscio ., comunque sarà interessante aspettare i risvolti e vedere le prossime puntate della telenovella appena cominciata.

    4. Di solito si abbandona un gruppo politico dopo che si è fatta una battaglia e si è votato contro le proposte di un gruppo. A me risulta che Palumbo ha votato sempre le proposte della maggioranza e anche il bilancio. Questa uscita mi sa tanto di una ripicca della consigliera per non avere avuto qualcosa per lei o per qualche suo stretto parente.

    5. Si sapeva già che ha un caratterino non facile. Inutile che adesso fate tutti i meravigliati. L’avete voluta voi in lista e allora quelli della maggioranza dovevano cercare di aiutarla e di capirla. Io sono insegnante e ho sempre aiutato gli alunni che avevano più difficoltà. Non avete scuse ha sbagliato il Sindaco perché come si aiutano i meno bravi pet costruire una classe allo stesso modo si costruisce una buona amministrazione al comune.

    6. Scelta così impopolare quella di Palumbo da scuotere i sostenitori della maggioranza che, infelicemente mascherati da suoi elettori, ora provano a ribaltare la frittata e gettare fango. A chi vi imbocca queste parole, dovreste ricordare che un eletto tradisce il suo elettorato nel momento in cui viene meno alle promesse fatte in campagna, nel momento in cui scende a compromessi, tutelando l’interesse personale invece del collettivi, chiudendo un occhio e la bocca, non quando ha il coraggio di dissociarsi pubblicamente, rinunciando a deleghe ed onori, da una squadra che non rispetta i principi democratici e non persegue gli obiettivi condivisi. Evidentemente è un’onestà intellettuale questa a cui non si è proprio abituati.

    7. Andate avanti senza questa palla al piede con una più grossa legata ad essa. Finalmente siete liberi di rappresentare democraticamente chi vi ha votato e non dovete sottostare alle pretese di un ex sindaco che vi ha portato solo 100 voti (se vogliamo attribuirgli tutti quelli che ha preso la nipote). Correttamente, come è stato detto, lei dovrebbe lasciare il consesso rimettendo il mandato che gli era stato affidato da chi l’aveva votata per stare in maggioranza e non all’opposizione. Spero ne abbia il coraggio.

    8. Ma quale politica e interessi dei cittadini… ma i ci scommetto che se il Comune chiudeva un locale dove ci vanno i ragazzi e i giovani di Pietramelara la Palumbo non si muoveva dal suo posticino nell’amministrazione.

    9. A noi ci sta bene che là dottoressa venga tra i banchi dell’opposizione. Finalmente i nostri votati avranno l’appoggio della famiglia Zarone che potrà consigliarli e aiutare a Di lauro a Leonardo a masella a zannito e tanti altri nostri amici a fare una opposizione serrata alla lista Di Fruscio. Chi lo sa? alle prossime elezioni (che potrebbero esserci a breve se cade questa maggioranza) la potremo vedere nella nostra lista del cuore, quella che abbiamo sempre votato fin dai tempi di Luigi Leonardo, e dare uno schiaffo morale a tutti salendo sul palco insieme ai nostri rappresentanti e venire a festeggiare con noi davanti al bar di piazza san Rocco. Molti sostenitori come me si stanno ricredendo su quanto avevano detto contro di lei e ora anche i più ostinati (i vari Antoni, Franco, vincenzo, Luciano, Pasquale ecc…) oggi si stanno convincendo che la possiamo prendere nelle nostre fila. Speriamo bene perché a noi serve inserirla per rinvigorire la lista che già si era arricchita con Panella e Borzacchiello. Stiamo togliendo i migliori alle loro schiere così gli faremo sentire una sonora batosta. Ma con Zarone tra noi abbiamo fatto un salto di qualità. Ora non andremo a fare chiacchiere e a perdere tempo in consiglio…porteremo tutto quanto i Zarone potranno suggerire ai nostri consiglieri per farli crescere politicamente.

    10. Certi commenti sono sconcertanti. Invece di ammettere il fallimento della squadra che non ha saputo evitare la disgregazione, ci si attacca addirittura al carattere! Ognuno ha il suo carattere, poi qualcuno ha anche un cervello… Evidentemente in certi contesti essere voce dissonante, fuori dal coro, rappresenta una minaccia invece che un arricchimento. Da elettrice rifletterei su questo invece di denigrare chi la testa la alza, anziché soccombere.

    11. Siamo passati dall’incompetenza all’arroganza, praticamente di male in peggio. Pietramelara non ha bisogno dell’incompetenza della ex amministrazione e nemmeno dell’arroganza di questa nuova. Questa politica molto “personale” non fa bene al paese ma soprattutto non aiuta la classe politica emergente. In tutto ciò mi piacerebbe sapere cosa ne pensano gli altri consiglieri, in particolar modo quelli che alzano solo la mano una volta ogni due mesi circa. La politica pietramrlarese ha ormai bisogno di volti nuovi e coraggiosi.

    12. Se la consigliera Palumbo ha fatto cose positive per i cittadini in questo anno dove ha ricoperto una carica importante, allora il Sindaco sbaglia e deve rifiutare le dimissioni. Ma se i risultati sono stati deludenti come da tanto tempo si diceva in Conunita Montana allora Palumbo ha avuto senso di responsabilità perché probabilmente non si sentiva all’altezza del compito. A mia memoria sono questi atteggiamenti che portano sempre alla fine politica della persona. Vedete che fine hanno fatto i vari politici che sono usciti dalle maggioranze.

    13. Pultroppo il nostro Paese e’ costretto ad andare sempre indietro perché ci sono ancora in giro i soliti quattro vecchi sconfitti e frustrati della politica che senza avere i voti della popolazione come le sette segrete di riuniscono senza avere neanche il coraggio di uscire allo scoperto e sono capaci solo di giocare con i nuovi giovani amministratori che non capiscono tanto la politica e nella rete di questi falliti, buoni solo a chiacchiere, visto che quando sono stati sopra al Comune non sono stati capaci di fare niente di buono per il Paese (per loro hanno fatto tutti i porci comodi loro vedi che hanno dato iposti alla moglie all’ospedale e ai figli alla ferrarelle e all’equitalua), purtroppo c’è caduta anche la più buona Loredana che neanche lo zio glia fatto fare questo errore.

    14. Veramente non se ne può più di questi vecchi che hanno fallito la loro vita politica e adesso vogliono diventare le guide sagge di una povera consigliere che gli deve ubbidienza per parentela. Ma finiamola

    15. Secondo me dopo essere uscita dall’amministrazione, probabilmente sotto consiglio dell’ex sindaco, proprio come successe più di 10 anni fa al figlio dell’altro ex sindaco, che pure uscì dalla maggioranza Di Fruscio, anche lei potrà aspirare a fare il sindaco, magari di Statigliano. Certo Di Fruscio a questi giochetti è abituato e come l’altra volta è durato 10 anni anche questa volta sarà la stessa cosa.

    16. Prima di commentare e dare addosso a qualcuno, sarebbe meglio conoscere i fatti, altrimenti si corre il rischio di denigrare ingiustamente chi forse si è trovato a compiere una scelta non facile ma necessaria a salvaguardare la propria dignità e solo per questo merita rispetto e comprensione. La Palumbo si è trovata a combattere contro i mulini a vento, in quanto ogni iniziativa intrapresa, è stata sonoramente bocciata, da i tre della “maggioranza” nella maggioranza, ovvero Sindaco, Vice e assessora “multitasking”, in un’occasione, addirittura, un progetto per un campo estivo per bambini e ragazzi, da effettuare nel mese di agosto, nel territorio Pietramelarese, le è stato detto dall’assessora, di cui sopra, che non si poteva fare in quanto andava in contrasto con il campo estivo che doveva fare la sorella nel suo asilo privato. Quindi, a mio avviso, non si può biasimare la sua scelta, in quanto in una compagine di governo, tutti dovrebbero avere lo stesso “peso specifico politico” (dicitura tanto cara al nostro Vice), potendo intraprendere iniziative, proporre idee e progetti per il bene comune e non per il bene “Privato” e tantomeno sedere nei banchi del consiglio a scaldare la sedia ed alzare il braccio all’occorrenza. In conclusione, ONORE alla signora Palumbo in quanto, ad oggi, è l’unica ad aver dimostrato correttezza, coerenza e dignità, valori che non sembrano essere di casa nell’attuale consiglio comunale (Maggioranza ed opposizione). Inoltre a quanto pare prossimamente anche qualcun altro prenderà la stessa decisione.

    17. Speriamo facciano presto gli altri a seguire Palumbo I nostri amici ex assessori e consiglieri non vedono l’ora di andare a nuove elezioni Stavolta possiamo avere Leonardo a capo lista e Di Lauro a vice sindaco non hanno speranza di vincere Vogliamo che tutto ritorni a posto il mercato sull’area mercato il bar in piazza su tutta la piazza il bar sull’area mercato i dipendenti comunali al loro posto michelina al suo posto il poliambulatorio alla banda di musica il campo di bocce ai cani là protezione civile a casa l’immondizia a chi si deve le strade pure i paletti via dove devono andare i conti pubblici a chi li sa gestire il campò sportivo ad antonio Nocerino là scuola elementare alla ludoteca la palestra a chi vogliamo il paese a chi lo sa amministrare Andatevene e lasciate fare a noi cioè a chi è capace poi se Loredana e co si vogliono candidare con noi ben vengano I punti e le virgole metteteli voi

    18. E finitela di fare i pagliacci. Vi siete comportati male. Avevate accordato a Zarone di appoggiarvi e poi non avete dato seguito alle sue richieste. Questo non è onesto. La politica è politica quindi se Zarone vi ha chiesto qualche piacere dovevate farglielo. Ora è normale che lui ritiri la nipote. Tra l’altro lei aveva proposto qualcosa, su suggerimento dello zio, ma voi non l’avete voluta sentire. Alla comunità montana non ha fatto niente perché era la sua prima esperienza in tal senso e doveva ancora ambientarsi e rendersi conto di dove si trovava. Poi si è trovata a competere in una maggioranza di tutte persone esperte e capaci, professionisti che non lasciano troppo spazio e si è trovata in difficoltà. L’unione delle cose penso abbia generato la sua decisione. Non capisco la scelta di rimanere in opposizione (con i quali non la vedo affine). Io avrei lasciato completamente il consiglio e me ne sarei andata.

    19. Per me era meglio che entrava Manzilli al suo posto. Mi sembra per pochi voti di differenza non sia entrato. Manzilli era sicuramente più corretto politicamente e le sue scelte erano sicuramente autonome. Io ho votato manzilli e ne sono contenta. Ero già sicura prima che questa Loredana con lo zio alle spalle avrebbe dato “fastidio”.

    20. Io penso che appena saranno sfumate le voglie l rivoluzionarie dello zio (non lo sapevo era anche uno sceriffo e terrore di ladri, uno che usciva la notte a fare rispettare la legge se la gente dava fastidio), la Sig Palumbo si renderà conto di che squallida figuraccia ha fatto, e che in vita sua non le capiterà mai più un’occasione come questa di essere eletta in maggioranza e pure di fare la vice presidente della Comunità Montana e sai quante volte se lo deve bestemmiare ah ah . questa Loredana…

    21. Al nostro caro sindaco servono solo dei burattini… Chi non è disposto ad essere manovrato risulta essere scomodo e pertanto è meglio se sta lontano..
      La lista di Di Fruscio è stata così composta… I burattini non possono prender vita! Mi sembra semplice, o no??
      Che nessuno si illudesse di poter fare qualcosa, cio che fanno è sempre legato alla volontà di sua maestà il burattinaio… Non lo dimenticate!!! Poverini

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

    Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.